Ammanco alle poste di San Tammaro di 700 mila euro, ex direttrice davanti al gup
Data: Mercoledý, 10 gennaio @ 13:00:45 CET
Argomento: Giudiziaria


San Tammaro (Caserta), 10 gennaio 2024 - Fissata il 12 gennaio prossimo l'udienza preliminare a carico della ex direttrice dell'ufficio postale di San Tammaro, Giustina Giordano e di Pasquale Piccolo. La Giordano Ŕ accusata dei reati di peculato, autoriciclaggio, falso. Le viene contestato di essersi appropriata di oltre 700.000 euro di ignari correntisti postali che avevano affidato alle Poste i loro risparmi. Le indagini sono state coordinate dalla dottoressa Daniela Pannone, PM della Procura di Santa Maria Capua Vetere. In pochi mesi i militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Capua hanno raccolto tutti gli elementi indiziari che hanno portato il PM a formulare la richiesta di rinvio a giudizio al vaglio del Giudice dell'udienza preliminare, dottoressa Daniela Vecchiarelli. La Giordano Ŕ attualmente agli arresti domiciliari, Ŕ difesa dagli avvocati Fernando Pellino e Carmela Di Napoli. Le oltre 15 persone offese si costituiranno parte civile nella prossima udienza preliminare. Sono impegnati nel processo gli avvocati Natalina Mastellone, Giuseppe Cipullo, Guglielmo Ventrone, Pasquale Ventrone e per Poste Italiane, l'avvocato Giulia Bongiorno. Ad oggi le persone offese non hanno ricevuto alcun risarcimento da Poste Italiane che si era impegnata a risarcire i danni cagionati dalla propria dipendente! Intanto, la Guardia di Finanza di Capua continua a raccogliere denunce di altri correntisti che, a seguito di controlli dei loro risparmi, si sono accorti che i loro conti risultano svuotati







Questo Articolo proviene da Casertasette
https://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
https://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21996