OPERAZIONE 'DOMIZIANA': TRE DONNE DEL CLAN AGLI ARRESTI
Data: Giovedý, 17 aprile @ 13:58:20 CEST
Argomento: Cronaca




CASTELVOLTURNO (Caserta) - Tra i destinatari delle ordinanze eseguite nell'ambito dell'operazione 'Domiziana' nei confronti di appartenenti ai clan Bidognetti-Tavoletta, figurano anche tre donne: Maria Tamburino, 52 anni; la figlia Simona Pedana, 31, ed Angela Incandela, 57, tutte di Villa Literno (Caserta). Madre e figlia sono accusate di estorsione ed illecita concorrenza, aggravate dal metodo mafioso. Secondo l'accusa erano riuscite - con le intimidazioni degli affiliati al clan "Tavoletta", che si oppone a quello dei "Bidognetti", a gestire in regime di monopolio con la societÓ Linea Simona il noleggio dei videopoker sull'intera zona costiera casertana. Maria Tamburino ha tentato di sfuggire all'arresto, rifugiandosi in casa di un congiunto . I carabinieri del comando provinciale di Caserta, guidati dal colonnello Carmelo Burgio, che hanno operato con l'appoggio di un elicottero della base di Pontecagnano, hanno impiegato del tempo per rintracciarla e bloccarla. L' altra donna arrestata, Angela Incandela, deve invece rispondere di detenzione e spacco di droga. La donna fu arrestata dai carabinieri nell' agosto 2005 insieme ai figli Vincenzo e Monica Abbate, a conclusione di indagini con riprese filmate che documentavano lo spaccio di cocaina ed eroina effettuato nella loro abitazione, in una zona periferica di Castelvolturno. Le donne arrestate sono state trasferite nel carcere di Pozzuoli. (17 aprile 2008-2008)





Questo Articolo proviene da Casertasette
https://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
https://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=14339