DROGA DA LUCCA A CASERTA IN PACCHI DI PESCE E MOZZARELLA
Data: Mercoledý, 16 aprile @ 17:19:14 CEST
Argomento: Cronaca




LUCCA - Trasportavano la droga dalla Campania alla Versilia nascondendola in confezioni di mozzarella di bufala o in cassette del pesce, trasportate sui treni da corrieri insospettabili. Questo quanto emerso dopo circa un anno di indagini della Squadra mobile di Lucca, che ha portato oggi a sette gli arresti per traffico di cocaina, ai quali si aggiunge una denuncia a piede libero e circa 750 grammi di cocaina sequestrata. L'operazione 'Intercity' ha portato alla luce un giro di spacciatori italiani che si erano trasferiti dal casertano a Torre del Lago (Lucca). Il trasporto della droga avveniva mediante un'insospettabile casalinga incensurata, la 46enne Vincenza Barra, che viaggiava di notte a bordo degli Intercity che collegano Napoli a Viareggio; la donna oltre a fare da corriere, custodiva la droga in una villetta di Torre del Lago. La mente della banda era il pregiudicato campano Nicola Falcone, che dopo un periodo di inattivita' e' ritornato a spacciare cocaina trasportandola nascosta tra mozzarelle di bufala, confezionando una 'mozzarella' piu' grande composta da oltre 600 grammi di cocaina pura, per un valore di circa 120.000 euro. In Versilia, Falcone passava la droga a un pluripregiudicato, Walter Mottola, anche lui di origine casertana, rappresentante di prodotti ittici surgelati. Oltre a Falcone, Mottola e Barra sono finiti in manette i casertani Giovanni Di Stefano di 50 anni e Nicola Russo di 42 anni, trovati in possesso di 40 grammi di cocaina. Oltre che in confezioni di mozzarella di bufala, in alcuni casi la droga veniva nascosta nelle cassette del pesce, ed era destinata al mercato dei locali notturni della versilia. (16 aprile 2008-17:20)





Questo Articolo proviene da Casertasette
https://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
https://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=14336