DAL CONGO A CASERTA CON 13 RAPACI: DENUNCIATO FUNZIONARIO
Data: Venerdý, 31 ottobre @ 23:23:29 CET
Argomento: Cronaca




Trasportava come bagagli al seguito tredici rapaci protetti dalla Convenzione di Washington: M.P., 64 anni, funzionario di Caserta Ŕ stato fermato e denunciato all'aeroporto di Fiumicino dagli uomini della Dogana per violazione delle normative internazionali sul commercio di specie animali e vegetali protette. L'uomo, proveniente dal Congo, Ŕ stato fermato dagli uomini della dogana nel settore Arrivi internazionali. Quando si Ŕ presentato ai varchi doganali per dichiarare i bagagli che aveva al seguito, ha mostrato le gabbiette nelle quali erano stipati gli animali, seriamente provati per l'evidente insufficienza di spazio durante il lungo viaggio. Gli addetti della dogana hanno chiamato gli esperti del Nucleo Cites di Fiumicino del Corpo Forestale dello Stato, i quali hanno accertato che, nonostante l'uomo avesse presentato la documentazione apparentemente regolare relativa alla provenienza dei volatili, erano rapaci appartenenti a specie protetta: in particolare si tratta di 5 Nibbi (della famiglia dei falchi), 2 kapifalco, 1 gheppio, 3 aquile pescatrici, 1 avvoltoio delle palme ed un gufo pescatore africano. I volatili, al momento tenuti in un ricovero nella zona Merci della societÓ di gestione Aeroporti di Roma, saranno trasferiti nel pomeriggio in un'oasi protetta gestita dal Wwf sulla via Appia Antica. Per il passeggero Ŕ scattata una denuncia penale per violazione della Convenzione di Washington e per maltrattamento di animali, rischia una sanzione amministrativa da 10 mila fino a 50 mila euro.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=789