CASO CARRATU': LA RUGGIERO NON RISPONDE A SINDACO CIARAMELLA. SPARITI 80 MILA €
Data: Sabato, 29 luglio @ 17:03:59 CEST
Argomento: Enti e Comuni




Il Sindaco di Aversa Domenico Ciaramella venendo a conoscenza, attraverso alcuni quotidiani locali, che gli 80mila euro anticipati dal Comune di Aversa all'ASL CE/2 per il pagamento delle spettanze del Centro "Simona Carratù" non sono stati ancora ad esso corrisposti, è allibito e manifesta la sua amara sorpresa: «Ho saputo che l'ASL CE/2 non ha ancora pagato la quota di circa ottantamila euro anticipata dal Comune di Aversa per soccorrere il Centro Diurno "Simona Carratù". Voglio specificare quanto realmente è avvenuto: ad inizio Luglio il Comune di Aversa voleva fare un prestito ad interessi zero direttamente al Carratù versando 80mila euro che corrispondono alle spettanze dovute dall'ASL al Centro Carratù, per far fronte alla drammatica crisi in atto. Poi, in un incontro con il Dottore Fabrizio Starace e il dottore Di Girolamo Faraone ed in presenza del mio segretario personale Ciro Mungiguerra, fu lo stesso dirigente dell'ASL Starace a consigliarmi di trasferire detta somma prima all'ASL CE/2, la quale l'avrebbe immediatamente rigirata al Carratù. Così noi del Comune di Aversa in soli due giorni trasferimmo circa 80mila euro nelle casse dell'ASL CE/2, convinti che l'ASL rigirasse subito tale somma al Carratù, come da accordi. Cosa che con mia sorpresa non è mai avvenuta. Come Sindaco di Aversa ho sempre avuto rispetto delle altre Istituzioni locali e quindi anche della dottoressa Angela Ruggiero che da giorni ho cercato continuamente di contattare per avere spiegazioni in merito, ma ella è divenuta irreperibile per me. E' vero che a pensar male si fa peccato, ma ora non posso che testimoniare la persecuzione in atto nei confronti dei disabili del Carratù, visto che i soldi prestati dal Comune su preciso invito dell'ASL non sono mai arrivati al Carratù. Ma in queste ore così difficili per dei nostri concittadini disabili non voglio fare processi a nessuno, ma lanciare un sentito invito a tutti: collaboriamo tutti insieme da destra a sinistra o da semplici cittadini per evitare che siano danneggiati i disabili gravissimi della nostra città. Lunedì la mia porta sarà aperta a quanti vogliono collaborare con me per scongiurare l'irreparabile, ossia la chiusura definitiva del Carratù con il conseguente abbandono di quanti sono attualmente assistiti». (29 luglio 2006-17:03)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7039