VILLA LITERNO (CASERTA): SUOCERO UCCIDE A FUCILATE GENERO IN FASE SEPARAZIONE
Data: Lunedý, 24 luglio @ 21:15:30 CEST
Argomento: Cronaca




Era andato a casa dei suoceri per vedere il figlioletto di 13 mesi e per definire altri dettagli sulla pratica di separazione dalla moglie, ma nel corso di una animata discussione il suocero, Giovanni Molitierno, netturbino 51 anni, di Villa Literno lo ha ucciso con una fucilata al cuore. E' accaduto in un appartamento di piazza Garibaldi, di Villa Literno, un grosso centro agricolo del casertano. La vittima Ŕ Antonio Santucci di 37 anni, originario della zona ma residente a Sant'Arcangelo Trimonti, in provincia di Benevento. L'omicida Ú stato arrestato e condotto nel carcere di S. Maria Capua Vetere, con l'accusa di omicidio volontario. Secondo quanto si Ŕ appreso, il netturbino avrebbe dichiarato ai carabinieri di avere preso dall'armadio blindato il fucile da caccia che deteneva legalmente dopo che il genero aveva pi¨ volte spintonato la figlia e la moglie e di avere esploso prima un colpo, per spaventarlo e, successivamente, quello che ha raggiunto al cuore il genero uccidendolo all'istante. Nonostante la nascita del figlio, Santucci e la moglie non andavano d'accordo e da qualche mese la donna era rientrata a casa dei genitori a Villa Literno, manifestando al marito la irrevocabile volontÓ di separarsi. Il desiderio di rivedere il figlioletto e il tentativo di ricomporre il rapporto hanno spinto Antonio Cantucci a raggiungere la casa dei suoceri e da una discussione animata il tragico epilogo. (24 luglio 2006-21:15)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=6988