CASERTA, PER EURODEPUTATO VENTRE IL SINDACO PETTERUTI E' GIA' IN CRISI
Data: Martedì, 04 luglio @ 19:48:07 CEST
Argomento: Enti e Comuni




“A un centro sinistra che ha dimostrato, nella maniera più assoluta, di non essere pronto a guidare la città capoluogo di provincia così come si evince non solo dalla mancata elezione del presidente del consiglio e dalla mancata nomina degli assessori comunali, ma anche dalla decisione di non nominare i capigruppo consiliari, si contrappone un centro destra forte e motivato che vuole procedere ad un’azione di opposizione non strumentale ma propositiva nell’interesse della città. Ma che, nonostante gli sforzi, non riesce a trovare interlocutori validi a palazzo Castropignano”. Così l’On. Riccardo Ventre - vice presidente della Commissione Affari Costituzionali della Unione Europea- e consigliere comunale di F.I. a Caserta, commenta la “prima” dell’amministrazione Petteuti che ai cittadini più attenti ha riportato in mente la disamministrazione ed assenza di qualsiasi concreta iniziativa, che non siano quelle borboniche di festa, farina e forca della giunta De Franciscis alla Provincia, intendendo per feste i vari concertini, per farina le varie elargizioni e per forche le ritorsioni nei confronti dei dipendenti non allineati ai voleri del sovrano. Il clima quindi che oggi si è respirato in aula è stato sì di viva soddisfazione da parte di tutti gli eletti ma di rammarico per la mancata nomina dell’esecutivo da parte del Sindaco e della mancata elezione degli altri organi istituzionali. Il Sindaco, infatti, è stato costretto ad ammettere di aver bisogno di altro tempo per la definizione degli incarichi. La conflittualità esistente nell’ambito del centro sinistra la fa ancora da padrona e pertanto tutto è rimandato alla seduta di venerdì prossimo, anche per ciò che concerne l’elezione del Presidente dell’assise per il quale invece i sedici consiglieri della casa delle Libertà hanno già oggi votato, in maniera compatta, per il Prefetto Paolino Maddaloni. I contrasti esistenti nella maggioranza, mal celati con una proposta di rinvio per l’ora tarda, che tarda non era in quanto erano appena le tredici, creano già da oggi vive preoccupazioni per lo stallo dell’attività amministrativa. L’opposizione invece già guarda ai problemi della città e avanza proposte concrete come quella dell’On. Riccardo Ventre che propone un consiglio comunale da tenersi un una delle cave ed aperto ai cittadini di guisa che gli stessi possano valutare, insieme agli amministratori, le azioni da porre in essere a salvaguardia della salute. A tal fine l’On. invita i consiglieri della CDL, provinciali e quelli del Comune di Maddaloni, alla istituzione di un tavolo per la individuazione delle azioni da porre in essere a tutela della salute pubblica, quali la cessazione delle attività, soprattutto dei cementifici che costituiscono il vero cancro per tutta l’area, la riconversione e riqualificazione delle aree e la salvaguardia dei livelli occupazionali. “Finora Petteruti e compagni – chiosa il Presidente Ventre- si sono dimostrati indecisi a tutto, speriamo, comunque, che nella seduta di venerdì si possa procedere all’insediamento della giunta e alla nomina del Presidente dell’Assemblea. Altrimenti si passerebbe da una fase politica preoccupante a una fase già patologica, preludio di una vera e propria crisi politico-amministrativa”.(4 luglio 2006-19:47)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=6872