OSPEDALE DI TEANO: VENTRE SCRIVE AL VESCOVO TOMMASIELLO
Data: Martedì, 14 ottobre @ 22:56:08 CEST
Argomento: Enti e Comuni




Il presidente della Provincia Riccardo Ventre ribadisce, in una lettera aperta, il pieno ed incondizionato sostegno all’opera messa in campo dal vescovo di Teano e Calvi Francesco Tommasiello a favore dell’immediata riapertura dell’ospedale di Teano. Una ripresa delle attività più volte auspicata dallo stesso Ventre, il quale si dice disposto a scendere in piazza al fianco dello stesso Tommasiello qualora i tempi di riapertura del nosocomio slittassero ulteriormente. “Caro Vescovo, il Suo appassionato impegno pastorale, unito ad una partecipazione concreta e costante rispetto ai problemi della comunità che rappresenta, fanno di Lei un baluardo morale ed uno stimolo continuo volto a spronare le Autorità sanitarie nel ridurre al massimo i tempi di riapertura dell’ospedale di Teano, struttura indispensabile per la vita dei cittadini del Sidicino. Proprio rispetto alla ineluttabilità della ripresa delle attività del nosocomio la Provincia, come è noto, l’impegno costante e trasparente dell’Ente di corso Trieste in tale direzione si è più volte sinergicamente incrociato con il Suo e con quello dei Comitati civici spontanei e delle Organizzazioni sindacali aziendali, con il solo unitario e corale scopo di restituire alla città ed al territorio provinciale un presidio strategico. Proprio i ripetuti rinvii nella riapertura hanno fatto sorgere più di una preoccupazione nei cittadini, peraltro comprensibile, di una sua una paventata chiusura definitiva. Oggi, questa sua ulteriore azione di verifica quotidiana dell’andamento dei lavori all’interno della struttura, mi vede nuovamente schierato al Suo fianco nella comune legittima aspirazione nel vedere finalmente di nuovo attiva la struttura di Teano. Le confermo fin da ora il mio pieno ed incondizionato sostegno nei confronti delle attività di sensibilizzazione che Lei vorrà ancora intraprendere, non ultima la possibilità di scendere in piazza al Suo fianco, se dovesse rendersi necessario. Esprimo solidarietà nei confronti della Sua azione meritoria, cui non mancherà il massimo appoggio, personale e della Provincia che ho l’onore di rappresentare, nell’intento di sostenere l’impegno di quanti si sono schierati a favore di una rapida riapertura dell’ospedale, ritenendo giusto l’intervento dell’Ente pilota del territorio, anche se non strettamente connesso alle attribuzioni istituzionali, su un problema che investe il diritto inalienabile alla salute di tutti i cittadini, oltre al benessere e alla tutela dei meno fortunati e di quelli che si trovano nell’impossibilità di raggiungere altre strutture ospedaliere pubbliche, atteso che in alcuni casi la tempestività delle cure può fare la differenza per la stessa sopravvivenza degli ammalati”.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=651