SCARCERATI I GIOVANI DI CASERTA CHE VOLEVANO DERAGLIARE TRENO
Data: Venerdì, 19 agosto @ 19:03:18 CEST
Argomento: Cronaca




Sono tornati in libertà i due giovani casertani, Luca Della Ventura, 20 anni, e Michele Ugone (18), arrestati ieri sera dai Carabinieri di Castel di Sangro (L'Aquila) con l'accusa di pericolo di disastro ferroviario, danneggiamenti e interruzione di pubblico servizio, per avere tentato di far deragliare due treni sistemando, prima, dei tronchi di legno, e poi massi e sbarre di ferro sui binari ferroviari. La scarcerazione è stata autorizzata dal sostituto procuratore Maria Teresa Leacche, titolare dell'inchiesta. Il magistrato, dopo avere letto il rapporto dei Carabinieri e valutato anche il fatto che i due erano incensurati, ha ritenuto che non ci fossero gli elementi per chiedere al giudice un'eventuale misura cautelare in carcere. Da parte dei due c'era stata in precedenza una piena ammissione dei fatti. I giovani hanno lasciato il penitenziario di Sulmona diretti alle rispettive abitazioni. Torneranno nella città abruzzese lunedì prossimo per l'udienza di convalida dell'arresto davanti al gip del Tribunale, Luigi D'Orazio. "Erano fortemente rammaricati e pentiti - ha spiegato l'avvocato Giovanni Margiotta, difensore di uno dei due ragazzi - per quello che è accaduto. Si è trattato solo di una ragazzata: volevano misurare la forza del treno così avrebbero messo in atto quella inopinata 'escalation' che li ha portati prima a posizionare alcuni tronchi sui binari, che sono stati spazzati via dal passaggio del primo treno, e quindi ad accumulare i massi e gli altri oggetti che avevano trovato lungo i binari della ferrovia". …





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=3938