COMUNALI CGIL DI CASERTA VOGLIONO RICEVERE LO STIPENDIO IN AMBIENTE SANO
Data: Martedì, 02 settembre @ 17:39:52 CEST
Argomento: Enti e Comuni




C'è chi fa i salti mortali per tirare avanti, chi non sa cosa significa una busta paga regolare e chi si lamenta delle modalità con le quali riceve lo stipendio. E' il caso dei dipendenti del Comune di Caserta vicini alla Cgil che tramite il loro rappresentante Vincenzo Russo fanno sapere che il servizio tesoreria della Banca Monte Paschi Siena è lento nell'erogare i "sudati" stipendi. I dipendenti attendono con ansia quel momento che, a causa della lentezza cronica dei bancari (qui hanno ragione), si prolunga in maniera esagerata creando dissidi e proteste. In più, c'è il fatto che i locali di c.so Trieste sono davvero invivibili. Di seguito il testo del rappresentante della Cgil che vi consigliamo di leggere pensando a tutti quelli che lo stipendio non possono averlo e non l'hanno mai avuto:-----------------------------------"La Segreteria aziendale Cgil del Comune di Caserta difende la dignità dei lavoratori in relazione al disservizio di tesoreria, gestito dal Monte dei Paschi di Siena S.p.a., filiale sita al corso Trieste in piazza Aldo Moro, per il pagamento mensile delle spettanze ai dipendenti comunali. Il segretario aziendale Cgil Vincenzo Russo fa notare che il servizio in questione svolto dal personale della banca risulta disomogeneo, disarticolato e non funzionale per il numero dei dipendenti comunali interessati alla riscossione. Il locale individuato dalla Banca, di ridotte dimensioni, utilizzato per il servizio tesoreria, è angusto, privo di prese d’aria ed eccessivamente illuminato, rendendo lo stesso soprattutto nei mesi caldi molto soffocante, molto congestionante. Inoltre, lo stesso locale, privo di qualsiasi sistema di climatizzazione dal lato utenti, crea, il più delle volte, malesseri psicofisici ai dipendenti in attesa. L’orario di apertura degli sportelli non viene rispettato ed i cassieri addetti al servizio, confabulando tra loro per questioni personali e trattenendosi oltremodo al telefono, provocano, il più delle volte, malumori ed indignazione nei dipendenti comunali allineati verso le rispettive casse." La procedura per la consegna degli stipendi risulta lunga e faticosa per via di varie operazioni di quietanza e di ricevuta mai attuate da altri istituti bancari. L’atmosfera tesa ed il clima che si respira, certamente non piacevole, come invece dovrebbe essere per tutti coloro che si recano al ritiro del proprio stipendio, crea il più delle volte situazioni di conflittualità nell’ambito dell’angusto locale trasformandolo in una bolgia infernale. Per una banca che si reputa moderna ed efficiente, tra i maggiori istituti bancari a carattere nazionale, certamente non è un buon biglietto da visita per l’immagine, nella prospettiva di intensificare i rapporti di collaborazione con l’Amministrazione Comunale, cui sono giunte le continue lamentele dei dipendenti. Auspico al più presto un evidente miglioramento del servizio, tra l’altro ben remunerato, sia per la tutela della dignità dei lavoratori bancari che per i dipendenti comunali, sia per evitare eventuali conflitti che potrebbero peggiorare in caso di prolungamento delle deficienze amministrativo–organizzative enunciate ----





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=387