CASERTA,DEL GAUDIO:'IMMIGRATI SONO RISORSA'. MA ARRESTANO CONSIGLIERE MAROCCHINO
Data: Mercoledì, 15 giugno @ 23:19:47 CEST
Argomento: Cronaca




Gli immigrati sono una risorsa del territorio e dell' economia locale. Le strategie dell' Amministrazione comunale di Caserta per la politica della loro piena integrazione nella comunità sono state e saranno sempre più orientate alla costruzione di scenari e contesti in cui le decisioni e le azioni della Pubblica Amministrazione siano concertate con le comunità di extracomunitari presenti sul territorio, per favorire l' impiego e lo sviluppo di tutte le progettualità espresse da queste e dagli attori locali. E' quanto ha affermato l' assessore alle Attività Produttive e allo Sviluppo Economico, Pio del Gaudio, a margine dell' incontro con Malick Diaw, rappresentante della comunità senegalese.
. Ma nello stesso giorno dell'incontro, la polizia ha arrestato un componente del consiglio provinciale degli immigrati.
Cherky Morsli, di 48 anni, del Marocco, residente a Mondragone, componente del consiglio dei rappresentanti degli stranieri immigrati della Provincia di Caserta, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, è stato notificato all' immigrato dagli agenti della Squadra Mobile. Cherki, che è in possesso di permesso di soggiorno, è conosciuto tra gli immigrati con il nome di " Scetti". E' accusato di avere chiesto ed ottenuto denaro per la documentazione da presentare all' Ufficio Immigrazione per il rilascio o il rinnovo dei permessi di soggiorno. Nel corso di una perquisizione la polizia ha trovato nella sua abitazione numerosi documenti falsificati e contratti di lavoro in bianco con l' indicazione di società e ditte individuali, che non risultano avere alle proprie dipendenze cittadini stranieri. All' immigrato è stato contestato il reato di falso ideologica in atti pubblici. Cherki è stato accusato da una immigrata polacca di avere percepito 2000 euro per il primo permesso di soggiorno, ottenuto esibendo all' Ufficio Immigrazione un contratto di lavoro domestico relativo ad un rapporto inesistente ed altri 550 euro, come anticipo per un ulteriore falso contratto di lavoro, necessario al rinnovo del permesso di soggiorno. Sono in corso indagini per identificare eventuali complici dell' immigrato.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=3718