TRAFFICANTE DROGA RIFUGIATO IN SPAGNA CATTURATO A CASTELVOLTURNO
Data: Martedì, 26 agosto @ 23:02:25 CEST
Argomento: Cronaca




Francesco Atinolfi, 45 anni, ricercato da tre anni per traffico internazionale di droga, è stato catturato dalla polizia napoletana che lo ha bloccato al rientro dalla Spagna dove ha trascorso gran parte della latitanza. Atinolfi, che dal 2000 si era reso irreperibile, deve scontare 25 anni di reclusione. E' stato individuato dagli agenti della Sezione criminalità organizzata della Squadra Mobile della Questura di Napoli che hanno attivato indagini e pedinamenti dopo aver appreso che il trafficante stava ritornando in Campania. E' stato così possibile bloccare questa mattina il pregiudicato a Castel Volturno (Caserta), in località Pinetamare, mentre in Via Darsena saliva a bordo di una Mercedes con targa spagnola. L'uomo era in compagnia di un cittadino colombiano Juan Fernando Garcia Hutardo, di 30 anni, residente a Valencia, anch'egli arrestato nella medesima circostanza, per favoreggiamento, ricettazione ed altri reati. Atinolfi è stato trovato in possesso di carta d'identità, patente di guida (entrambe risultate rubate in bianco, rispettivamente nel 2002 a Somma Vesuviana, nel Napoletano, e nel novembre dello scorso anni a San Concordio di Lucca) e codice fiscale, recanti la sua fotografia ed intestati ad un uomo residente a Pisa. Garcia Hutardo aveva con sé un passaporto colombiano intestato a lui e un altro passaporto spagnolo, intestato ad Alba Grefe Marco, residente a Madrid, nonché altri documenti di residenza e d'identità. I due avevano indosso 1.100 euro in contanti. Il pregiudicato napoletano fu arrestato nel 1991 in Olanda, dove ha poi scontato cinque anni di reclusione, mentre trasportava un carico di oltre 20 chilogrammi di cocaina, armato di una pistola. Risale invece al 1998 l'inchiesta da cui emerse il suo ruolo di trafficante internazionale di stupefacenti tra l'Olanda e l'Italia per la quale venne condannato a 25 anni di reclusione. In attesa della sentenza definitiva, per motivi di salute gli furono concessi gli arresti domiciliari nel Comune di Casoria (Napoli), da dove evase nel 2000 rendendosi irreperibile. Colpito da ordine di esecuzione della Procura della Repubblica di Napoli, Francesco Atinolfi deve scontare 25 anni e 11 mesi di reclusione relativi ad un cumulo pene per due condanne per traffico internazionale di stupefacenti, emesse nel 2002. Nei suoi confronti la Corte d'Appello emise inoltre nel marzo del 2000 un provvedimento di ripristino della custodia cautelare in carcere, in seguito all' evasione per la quale nel luglio dello stesso anno fu condannato ad una pena detentiva di otto mesi.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=354