CASERTA, IMPRESE: CANTINE CAPUTO AVVIANO IL BILANCIO DI RESPONABILITA' SOCIALE
Data: Venerdì, 25 febbraio @ 15:22:18 CET
Argomento: Economia




"La nostra terra è il nostro futuro". Lo slogan adottato dalle Cantine Caputo di Teverola (Caserta) per pubblicizzare l'azienda vinicola conferma la linea imprenditoriale avviata quattro generazioni fa (nel 1890) dagli eredi di Nicola, che oggi ha presentato alla stampa l'avvio del bilancio di 'Responsabilità Sociale' ovvero “l'integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali e ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate". Quello delle Cantine Caputo è il primo esempio in assoluto tra le Pmi casertane e sarà rappresentata all'esterno nel miglior modo possibile, come ha tenuto a precisare in conferenza l'ultimo esponente di una disnastia di imprenditori vitivinicoli da sempre radicati nel territorio. Ne sono conferma la certificazione di qualità ISO 9002 (i Caputo sono stati i primi produttori di vino campani ad averla ottenuta) e prima ancora la Vision 2000 mentre si attende il conseguimento della norma SA 8000, ovvero lo standard Internazionale di certificazione per la Responsabilità Sociale. "Saremo attenti alla formazione, ai giovani, alle comunità locali, ai rapporti con gli Enti pubblici - ha detto Nicola Caputo - per creare quella riconoscibilità che sarà volano per lo sviluppo del territorio". In effetti, ha spiegato Caputo, le piccole imprese già attuano la cosiddetta responsabilità sociale ma difficilmente riescono a rappresentarla all'esterno. "Obiettivo - ha detto Caputo - che ci siamo imposti". In maniera politicamente corretta, Caputo - che è candidato nell'Udc - ha spiegato che era in previsione un'asta benefica nei prossimi giorni ma che per ovvi motivi di opportunità e per evitare strumentalizzazioni è stata rinviata a dopo le elezioni. "Alcuni anni fa - ha detto inoltre Caputo - abbiamo investito una consitente cifra sempre a Teverola e qualcuno ci ha detto che eravamo dei pazzi. Oggi i risultati ci danno ragione". Caputo si è anche soffermato sull'importanza dell'immagine di un'azienda citando un episodio 'commerciale'. "Qualche annio fa vennero nella nostra azienda alcuni imprenditori americani (l'azienda esporta il 40 per cento all'estero) ma quando uscirono rimasero tanto meravigiliati dalle prostitute che sostavano nella zona attorno all'azienda che addirittura le filmarono. Su quest'argomento abbiamo più volte avviato segnalazioni alle autorità competenti".
Forte dell’araldica e di una visione manageriale a tutto tondo Nicola Caputo, dunque, guarda al futuro sostenendo il principio relazionale (in azienda, con i clienti, con la comunità locale, con gli Enti Istituzionali) della Responsabilità Sociale d’impresa come strada per attivare un sistema territoriale dotato di una propria identità e di una riconoscibilità verso l’esterno con la finalità di giungere a più diffuse condizioni di benessere socio-economico.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=3169