CASERTA: DIA SEQUESTRA BENI PER 7 MILIONI E MEZZO DI EURO
Data: Lunedý, 15 novembre @ 13:36:05 CET
Argomento: Cronaca




La Direzione investigativa antimafia di Napoli, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha sequestrato a Giuseppe Papa, considerato elemento di spicco del clan dei Casalesi beni nella sua disponibilitÓ diretta ed indiretta per un valore complessivo di 7 milioni e mezzo di euro. La misura di prevenzione personale e patrimoniale nei confronti di Papa, di 55 anni, nato a Villa Briano (Caserta) e residente a Sparanise, era stata proposta dal direttore della Dia nel dicembre del 1995, in seguito a indagini di polizia giudiziaria condotte dal centro operativo della Direzione investigativa antimafia di Napoli. Il provvedimento riguarda terreni, fabbricati e un'azienda agricola specializzata nella produzione di fiori, nell'allevamento di bovini e nella produzione di latte. Papa, attualmente in libertÓ, era stato arrestato il 30 maggio 2002, dopo un breve periodo di libertÓ, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Napoli per i reati di associazione per delinquere di stampo camorristico, omicidio, violazione della disciplina sulle armi ed altro, unitamente ad altri esponenti di spicco del clan dei Casalesi tra i quali Francesco Schiavone, conosciuto come Sandoka. Sempre con Schiavone Papa Ŕ stato accusato di un omicidio, quello di Michele Fontana. Nel corso di quest'anno il centro operativo Dia di Napoli ha sottratto alle organizzazioni criminali camorriste beni per oltre 150 milioni di Euro.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=2613