SPETTACOLI: A SANTA MARIA C.V. DELLA CORTE IN SCENA CON 'SANTAMARIA'
Data: Sabato, 25 luglio @ 10:45:00 CEST
Argomento: Spettacoli


Santa Maria Capua Vetere (Caserta), 25 luglio 2020 - Sabato 25 luglio per la prima volta, a Santa Maria Capua Vetere, sarà in scena con uno spettacolo scritto ed interpretato direttamente dal poliedrico Rino Della Corte, il quale racconterà ‘una storia mai raccontata’ nella suggestiva cornice di Palazzo Benucci. “È un atto d'amore verso la mia città e racconterò una storia, la storia dell'antica Capua e della nuova Santa Maria - ha ammesso sui social il vulcanico autore, regista e produttore sammaritano - In questo momento in cui l'arte, la bellezza, gli artisti sono a malapena considerati è un modo per resistere e ripartire, sento il dovere di metterci la faccia, come ho sempre fatto”. L'evento dal titolo “SANTAMARIA”, inserito nel cartellone Racconti di una Notte di Mezza Estate e realizzato in collaborazione con l'Associazione Culturale Olà Fabbrica Creativa, inizierà in via Tari, 30 alle ore 21:30 e rispetterà le misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 previste dall'ordinanza regionale dello scorso 5 giugno. Repliche previste, alla stessa ora, venerdì 31 luglio e sabato 2 agosto. Info e prenotazioni 329/3778468.

Chi è Rino Della Corte? L'autore, regista, sceneggiatore, produttore, ha realizzato documentari, videoclip, docu-fiction lavorando con emittenti televisive italiane e straniere. Ha iniziato negli anni 80 come grafico collezionando innumerevoli esperienze come creativo ed art director. Nel 1982 a soli 17 anni realizza il suo primo video musicale, con la partecipazione di circa 100 fra comparse ed attori.

Il precedente: Nuje simm do Sudd «NUJE SIMM D’O SUD»: LA FORZA DEL SUD PER SCONFIGGERE PREGIUDIZI E IL…VIRUS. A SANTA MARIA CAPUA VETERE DIVENTA VIRALE UNA INIZIATIVA NATA PER CASO DURANTE IL LOCKDOWN (da Il Mattino) La forza del Sud, per sconfiggere in modo ironico e divertente gli stereotipi sui meridionali e, perché no, anche il virus. Già, perché è diventato «virale», è il caso di dire, un progetto nato in modo spontaneo nel periodo di «lockdown» tutto «made in Santa Maria Capua Vetere» denominato «Nuje Simm d’O Sud». Ognuno, dalla sua abitazione (molti sammaritani anche dalle loro residenze fuori dalla Campania) ha cantato, interpretato o recitato strofe di varie canzoni poi assemblate ogni volta in un unico video, grazie alla regia di Rino Della Corte di «Olà, Fabbrica Creativa». Tutto è partito da una idea dell’avvocato penalista Emilio Maddaluna maturata nella prima fase delle restrizioni dell’emergenza da Coronavirus. E’ stato Maddaluna a coinvolgere colleghi e soprattutto amici: nel «cast», che vede una numerosa presenza femminile, ci sono avvocati, vari professionisti, commercianti, imprenditori e tanti altri protagonisti di una iniziativa che ha preso man mano piede sul web e sulle pagine social. L’idea, recitano le informazioni del gruppo, «nasce dalla volontà di un gruppo di amici di sostenere con forza l'orgoglio di essere meridionali. Essere meridionali contro tutti i pregiudizi che ci dipingono come inferiori, sporchi ed incivili». Infatti, la produzione si è incrementata soprattutto dopo alcune polemiche Nord-Sud apparse sulla stampa nazionale lo scorso aprile. Tra i brani interpretati dai novelli artisti che hanno curato anche scene e costumi: «Gente magnifica gente», dal musical «Scugnizzi»; «Nuje Simm d’O Sud» (Renzo Arbore); «Caravan Petrol» (Renato Carosone); «O Mia bella Madunina»; «Dotti medici e sapienti» di Edoardo Bennato, ultimo video-parodia dedicato alle tesi scientifiche sul Coronavirus. Il tutto con i contributi degli interpreti: Emilia Borgia, Daniela Castallo, Nadia Di Rienzo, Luca Mascia, Antonietta Sorrentino, Antonietta Amoroso, Fiorentino La Greca, Nadia Di Rienzo, Angela Cipullo, Enza Finelli, Rudy Funiciello, Dario Iodice, Alessandra D'Alessandro, Mimì Iodice, Emilio Maddaluna, Andrea Basile, Roberto Valentino, Salvatore Falde, Luca Mascia, Fiorella Verona, Cinzia Di Matteo, Donatella Cappabianca, Armando Di Armando, Nando Di Tella, Antonello Salzano, De Alejandro De Cubis, Antonio De Lisio. Mixering e audio Andrea Basile, in backstage Salvatore e in produzione Salvatore e Martina Del Prete, Pino Della Corte, Tonino Di Rienzo e Gaetano Pentoniero. Ultima produzione in ordine di tempo, un omaggio di Della Corte alla città di Santa Maria Capua Vetere, in occasione della ripresa dopo il lockdown, dal titolo «La mia città non dorme più»: tanti volti sammaritani e la partecipazione straordinaria del chitarrista, nonché jazzista internazionale, Pietro Condorelli che si esibisce tra Anfiteatro Campano e Villa Comunale sulle note di una «suite» scritta da Gerardo Masciandaro.







Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21640