SCONTRI CASERTANA-SAVOIA: SQUADRA TORRESE DENUNCERA' SANITARI OSPEDALE CASERTA
Data: Mercoledì, 02 giugno @ 08:42:33 CEST
Argomento: Sport




"E' stato identificato l'aggressore di Marco Vitiello, il portiere oplontino aggredito domenica pomeriggio allo stadio Pinto di Caserta, nella fase di riscaldamento del match valido per i play off di serie D Casertana-Savoia": è quanto sostiene in una nota il Savoia che ha annunciato per domani la presentazione di una querela. Nella nota, la società oplontina, inoltre ha annunciato che "insieme con l'avvocato D'Aquino, sta procedendo con gli accertamenti per verificare l'esistenza di eventuali rapporti di lavoro tra questa persona e la società Casertana". Il Giudice Sportivo del campionato di calcio di serie D, in merito alla gara di ritorno dei play off del girone G, Casertana-Savoia, di domenica 30 maggio - caratterizzata da episodi di violenza prima, durante e a conclusione dell' incontro - ha inflitto ad entrambe la sconfitta a tavolino per 0 a 3, inoltre ha squalificato per sei giornate il campo della Casertana e per tre giornate quello del Savoia con l'obbligo per entrambe di disputare queste gare su campo neutro e a porte chiuse. "La SS Savoia Calcio - continua la nota - ha predisposto, inoltre, l'atto di richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del presidente della Casertana Arturo Di Mascio alla federazione dilettantistica per le dichiarazioni rese, nelle quali non solo si affermava che Marco Vitiello non aveva riportato nulla nell'aggressione, ma che addirittura era rimasto in campo. Cosa assurda in quanto il nostro portiere era stato medicato all'ospedale civile di Caserta dove gli avevano diagnosticato un trauma cranico e una frattura del setto nasale". "Valuteremo - continua la nota - infine, con i nostri avvocati, se ci sono eventuali estremi per sporgere querela anche nei confronti dell'ospedale civile di Caserta, perché dobbiamo verificare come mai, dopo due ore di attesa (Vitiello si era presentato in ospedale alle 16.45. E' stato dimesso alle 18.45) Vitiello non aveva ancora avuto l'esame radiologico, a tal punto che ha deciso di lasciare la struttura (ore 18.45) e farsi ricoverare a Torre Annunziata (diagnosi: 30 giorni)". "E' assurdo strumentalizzare quello che è accaduto in campo - spiega il patron della SS Savoia, Nazario Matachione - stiamo parlando di un fatto palese, evidente a tutti. Pazzesco metterlo in discussione. Siamo rimasti vittima di un agguato. Ci sono foto schiaccianti che inchiodano i colpevoli. Una cosa è certa: due nostri tesserati hanno riportato seri danni dopo un'aggressione, e questi sono fatti". Matachione ha inoltre sottolineato che "il Savoia ha giocato il secondo tempo con l'ingresso del varco distinti aperto perché la Casertana non era riuscita a sistemarlo. Quella partita non doveva e non poteva essere giocata. Ora basta. Basta con tutta questa violenza. Toccherà agli organi competenti decidere in merito ai fatti del Pinto. Per quanto mi riguarda - ha concluso - continuo ad avere cieca fiducia nella giustizia".





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=2141