L'EX PENALISTA CASELLA, AVVOCATO DEL KILLER SETOLA INIZIA A COLLABORARE
Data: Mercoledì, 10 maggio @ 01:06:14 CEST
Argomento: Giudiziaria


Santa Maria Capua Vetere, 10 maggio 2017 (Casertasette - Telexnews.it) - Cosa mai potrà riferire Girolamo Casella, detto Gerry - ex penalista avvocato del killer Giuseppe Setola ed ex consigliere ed assessore Pd al Comune di Casagiove, a distanza di 4 anni dalla pesante condanna a 15 anni di reclusione per concorso esterno in associazione camorristica? E' quanto si chiedono negli ambienti giudiziari molti suoi colleghi alla notizia dell'inizio di un percorso di collaborazione con la giustizia, al momento discreta - avviata dalla toga casertana dallo stile mite e dimesso che nessuno avrebbe mai associato a fatti di camorra. Nomi di chi - medici per esempio - collaborarono ulteriormente ad addomesticare la perizia per Setola e fargli avere gli arresti domiciliari in una clinica di Parma dalla quale evase? Nomi di altri penalisti? Un pentimento in embrione che potrebbe addolcirgli la pesante condanna che sta scontando da 4 anni. Pena scaturita da una sentenza di impatto, così come lo fu la requisitoria del pm antimafia Alessandro Milita (indagò sul caso anche il pm Antonello Ardituro) con la quale, con toni accusatori forti e decisi, non risparmiò nemmeno il comportamento di una certa avvocatura campana, circostanza che per poco non sollevò una protesta della classe forense. La Procura aveva chiesto il giudizio immediato per il penalista, ma la difesa di Casella, aveva optato per il rito abbreviato (non condizionato) davanti al gup. Su Casella pendono pesanti collusioni con il superkiller dell’ala stragista dei Casalesi, Giuseppe Setola e l’infamante accusa ipotizzata dalla Procura antimafia di essere stato il messaggero del boss. Per quest’ultimo, sarebbe anche intervenuto favorendo l’addomesticamento di una perizia medica con la complicità di un medico di Pavia, Aldo Fronterrè, anch’egli arrestato e reo confesso. Quando, tra le pieghe di un processo, aveva appreso di essere stato indagato, Casella aveva lasciato la difesa di Giuseppe Setola, abbandonato i processi che riguardavano l’ala stragista del clan dei Casalesi e presentato una memoria articolata alla Dda nella quale chiariva la sua posizione.

campania regione vincenzo de luca giunta giuntaweb presidenza regionale beni culturali salerno consiglio politica assessore trasporti appaltopoli ente politica governo napoli



Follow Casertasette on Twitter







Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21384