E COSI' 'SIA': A SANTA MARIA C.V. 86 PROGETTI PER SOSTEGNO INCLUSIONE ATTIVA
Data: Venerdì, 05 maggio @ 10:29:32 CEST
Argomento: Enti e Comuni


Santa Maria Capua Vetere (Caserta), 5 maggio 2017 (di Elisabetta Colangelo per Casertasette – Telexnews.it) - Con il Decreto interministeriale del 16 marzo 2017 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, si amplia la platea dei destinatari della Carta SIA. Il decreto, inoltre, consente all’INPS la possibilità dell’applicazione dei nuovi criteri di accesso al SIA per coloro che ne abbiano fatto richiesta in data antecedente all’entrata in vigore del nuovo decreto e la cui richiesta non sia stata accolta secondo i criteri vigenti in precedenza. Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà, estesa a tutto il territorio nazionale dalla Legge di Stabilità 2016, che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate con l’obiettivo di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia. Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai servizi sociali dei Comuni in rete con gli altri servizi del territorio. Dal 2 settembre 2016 è possibile presentare la richiesta per la carta SIA che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate. La Carta consente, ai nuclei familiari in difficoltà, l’acquisto presso supermercati e farmacie, il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali e uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi convenzionati. Il Decreto interministeriale del 16 marzo 2017 ha modificato i criteri di accesso per l’ottenimento della Carta Sia. In particolare ha modificato: – la soglia del requisito relativo alla valutazione multidimensionale del bisogno si abbassa da 45 punti a 25 punti – gli eventuali ulteriori aiuti economici di cui si usufruisce non devono superare i 600€ mensili, ma vengono elevati a 900€ in caso di presenza nel nucleo familiare di persona non autosufficiente; – in merito al non possesso di veicoli, vengono esclusi gli autoveicoli o motoveicoli per cui è prevista un’agevolazione fiscale in favore di persone con disabilità – al nucleo familiare composto da un solo genitore e figli minorenni vengono corrisposti ulteriori 80€ mensili. In virtù dell’abbassamento della soglia minima dei requisiti, l'amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito delle misure applicate sul piano locale a contrasto della povertà dall’assessorato alle Politiche sociali retto da Rosida Baia, ha presentato 86 progetti personalizzati per altrettanti nuclei familiari in difficoltà residenti nella città del Foro, che potrebbero aumentare nelle prossime settimane, affinché ulteriori nuclei familiari sammaritani possano godere del beneficio Ulteriori informazioni sul Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) sono disponibili sul sito del Comune all’indirizzo http://www.comune.santa-maria-capua-vetere.ce.it/index.php/notizie/690-sostegno-per-l-inclusione-attiva-sia



Follow Casertasette on Twitter







Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21382