ABUSO D'UFFICIO: SINDACO PD DI CASTELVOLTURNO DAVANTI AL GUP A MAGGIO
Data: Giovedì, 09 marzo @ 22:04:02 CET
Argomento: Cittadini e Giustizia


Castelvolturno (Caserta), 10 marzo 2017 (Casertasette – Telexnews.it) – Il sindaco Pd di Castelvolturno, Dimitri Russo e altre sedici persone dovranno comparire il prossimo 25 maggio davanti al gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Alessandra Grammatica in quanto accusati dalla locale Procura (pubblico ministero, Antonella Cantiello), di abuso d’ufficio e usurpazione di titolo. Con il sindaco, gli allora assessori (Paola Cohen, Rosa Scafuri, Flavio Mongirulli) e dirigente nell’agosto di due anni fa votarono e predisposero, la delibera di istituzione sul territorio comunale del servizio volontario di polizia ecozoofila con affidamento all’Anpana-Oepa (con il presidente Salvatore Principe, anch’egli sotto processo insieme al sindaco di Letino Fausto Perrone e il dirigente Antonio Chiodo). Usurpazione di titolo è l’accusa ipotizzata per alcuni membri dell’associazione Carlo Caiazzo e Pasquale Aquilante (Gricignano d’Aversa), Arturo Ciccarelli (Casal di Principe), Gianluca Cianciulli (San Marcellino), Pietro Galeone (San Cipriano d’Aversa), Giovanni Vozza (Santa Maria Capua Vetere), Angelo Pratillo (San Prisco), Roberto Delli Paoli (Marcianise) e Giuseppe Bastone (San Tammaro). L’inchiesta sarebbe nata a seguito di alcuni anomali comportamenti che i volontari avrebbero messo in atto esulando dalle loro competenze di vigilanza ambientale. L’Anpana-Oepa, sezione provinciale di Caserta con sede a Gricignano, entra in contatto con il comune di Castel Volturno nel 25 febbraio del 2015 quando invia al protocollo una istanza per chiedere l’istituzione e l’affidamento del servizio di Polizia Ecozoofila nonché l’organizzazione della stessa. L’associazione sembrava avere tutte le carte in regola per ottenere tali servizi. E la richiesta arrivata alla casa comunale era idonea con le esigenze del territorio comunale, teatro di reati ambientali di tutti i tipi oltre che dalla presenza di migliaia di immigrati clandestini, spacciatori nigeriani, degrado, prostituzione. Una cittadina, quella del litorale domizio, definita la Soweto casertana.



Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Caserta Caserta cronaca regione Campania giunta vincenzo de luca Salerno litorale mare





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21344