MOZZARELLA: PRESIDENTE CONSORZIO INTERVIENE SU POLEMICA CDA, IN RITARDO
Data: Lunedì, 24 novembre @ 13:35:26 CET
Argomento: Alimentare


Caserta, 22 Novembre 2014 (Casertasette) -

Cda caldo al Consorzio Mozzarella Dop: intervento, a scoppio ritardato, del presidente dopo l'ennesimo annuncio di dimissioni del direttore Lucisano, il manager da diecimila euro al mese. Battaglia tra impegni economici su Strade della Mozzarella, a Salerno e il prestigioso Expò 2015 a Milano

Ci risiamo: a distanza di circa sei mesi dalle prime dimissioni "irrevocabili" per motivi di incomprensione con il vecchio CdA, Antonio Lucisano durante l'ultimo Consiglio del 19 novembre scorso, si scontra anche con i nuovi Consiglieri (eletti nel giugno scorso)del Consorzio e rilancia le sue dimissioni sul tavolo. Un Consiglio di Amministrazione totalmente rinnovato eppure il supermanager da diecimila euro al mese, ripete la sceneggiata. A giugno il problema pare fosse imputabile all'ostilità di alcuni Consiglieri che avrebbero tagliato i budget della promozione rendendo impossibili gli investimenti ipotizzati dal direttore. E ora? A quanto pare, nonostante il cambio di governance che aveva riconfermato il direttore dimissionario, il problema è lo stesso. A settembre il nuovo CdA aveva ridato ampia fiducia a Lucisano chiedendo in cambio una programmazione scritta degli impegni di spesa per la promozione affinché si potessero pianificare su base annuale gli investimenti. Ma il direttore avrebbe temporeggiato per circa due mesi fino a chiedere, durante l'ultimo incontro ufficiale, la delibera per una cospicua somma da investire su una manifestazione privata da tenersi in primavera. Il Consiglio pare si sia opposto per tre motivi fondamentali: il primo è che attualmente le casse del Consorzio non dispongono della cifra, il secondo è che non sono previsti introiti a breve e terzo, l'imput dei Consiglieri, durante i mesi precedenti, era quello di investire la maggior parte dei fondi destinati alla promozione, nell'Expò 2015 tagliando tutta una serie di eventi privati che portavano rientri esigui rispetto agli investimenti. La situazione sembra dunque chiara: Antonio Lucisano chiedeva un una delibera per un impegno economico basandosi su ipotetici introiti. Ma chi avrebbe onorato il debito nel caso i finanziamenti pubblici non avessero rimpolpato le casse? Ovviamente i soci con un'autotassazione che in un momento di grave recessione economica è assolutamente impensabile. C'è da chiedersi se il Consorzio supporta i soci o è il contrario. Intanto il direttore, offeso per la seconda volta per la mancanza di fiducia, ha ridato le dimissioni.

L'intervento del presidente del Consorzio

In merito alle notizie apparse in questi giorni, riguardanti essenzialmente le dimissioni del Direttore Generale Antonio Lucisano, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop interviene per bocca del Presidente Domenico Raimondo”. “Intanto incuriosisce notare, una volta di più, come spesso le c7 dinamiche interne al nostro CdA abbiano la curiosa prerogativa di diventare rapidamente di dominio pubblico – commenta Raimondo – Per carità, noi non abbiamo nulla da nascondere e io personalmente amo molto il concetto di trasparenza. Però mio nonno mi ha insegnato che i problemi, quando ci sono, prima si cerca di risolverli tra le persone coinvolte e poi, a risultato più o meno raggiunto, si procede con la comunicazione”. Proprio per questo all’interno del Consorzio c’è attesa per il prossimo CdA, fissato per martedì 25 novembre. Un appunto fondamentale per cercare di risolvere le problematiche emerse nel corso del precedente incontro. Al centro della discussione, come riportato da alcuni media, il problema degli investimenti nel campo del marketing e della promozione da parte del Consorzio, è più in generale delle strategie di valorizzazione del marchio. Una questione che va avanti ormai da tempo, con opinioni divergenti all'interno del CdA e con il Direttore Generale Antonio Lucisano, con relativa ripresentazione delle dimissioni da parte di quest’ultimo. “Non ho difficoltà ad ammettere che il CdA dello scorso 19 novembre è stato piuttosto “caldo” – precisa Raimondo – come del resto molti altri in passato. Nel nostro Consorzio convivono molte anime e altrettante opinioni e il dialogo, anche serrato, fa parte del nostro dna. La gestione degli investimenti nella promozione è certamente uno dei temi più controversi ed è per questo che ribadisco che l’incontro fissato per martedì 25 diventa decisivo per determinare le strategie del Consorzio. Fino ad allora qualsiasi altro commento, anche sulla dimissioni del Direttore, sarebbe a mio giudizio intempestivo e nuocerebbe ad una serena disamina dei problemi”.
Vedremo, dopo il cda del 25 novembre quale sarà il nuovo orientamento del Consorzio e se verranno accettate le dimissioni del direttore



Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno reggia consorzio mozzarella lucianopignataro francopepe eccellenze campane camera commercio news web tv





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=21152