CASERTA, TRASPORTI: RIPRESO SERVIZIO BUS INTERROTTO A MARZO. ORA E' CLP
Data: Mercoledì, 30 maggio @ 13:04:39 CEST
Argomento: Trasporti


Caserta, 30 maggio 2012 (Casertasette) - Con il primo pullman targato Clp uscito questa notte alle 4 dal deposito di Marcianise (CASERTA), è ripreso in provincia di CASERTA il servizio di trasporto pubblico locale, interrotto dal 21 marzo scorso quando il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere pronunciò il fallimento dell'Acms, l'azienda pubblica di proprietà della Provincia e di 45 Comuni di Terra di Lavoro già sottoposta ad amministrazione controllata per una situazione finanziaria disastrosa contrassegnata da sprechi di risorse pubbliche finiti nel mirino della Corte dei Conti. Solo nella giornata di oggi è prevista l'uscita di 40 autobus che copriranno tre turni impiegando in totale 77 lavoratori. Entro il 4 giugno, assicurando dall'azienda, tutti i 270 autisti in organico saranno operativi. Entro pochi giorni infatti, in applicazione dell'intesa firmata lunedì scorso con i sindacati, con l'unica eccezione della Cgil, saranno ultimate le pratiche di assunzione di tutti i 446 lavoratori ex Acms da parte dell'azienda di Pollena Trocchia (Napoli) di proprietà dei fratelli Esposito che si è aggiudicata il servizio di trasporto fino al 31 dicembre del 2012. Questa mattina, al deposito ex Acms, per salutare la ripresa del servizio, c' erano i rappresentanti delle istituzioni, gli assessori regionali Sergio Vetrella (Trasporti e Attività Produttive, ndr) e Severino Nappi (Lavoro e Formazione), protagonisti della lunga trattativa con la Clp e i sindacati, il presidente della Provincia di CASERTA Zinzi insieme all'amministratore delegato dell'azienda Carlo Esposito. «La soluzione trovata per la vicenda dell'Acms - ha affermato Nappi - è un esempio di cosa è possibile costruire in una Regione come la Campania nonostante tutti i problemi che l'affliggono. Abbiamo salvato centinaia di posti di lavoro perchè il nostro primo pensiero era garantire un futuro alle persone». Per Vetrella, «con la ripresa dell'attività la nuova azienda potrà ora porsi sul mercato con maggiori potenzialità, soprattutto in vista della gara europea che dovrà assegnare il servizio dal primo gennaio 2013 e il cui bando sarà pubblicato entro breve tempo; a noi interessava salvaguardare l'occupazione e creare un soggetto industriale capace di essere competitivo e attrarre imprenditori, due risultati raggiunti». Sulla mancata firma dell'accordo da parte della Cgil Vetrella dice di non essere «preoccupato. La Cgil non potrà non aderire, vista la bontà dei termini dell' intesa». Soddisfatto anche il presidente della Provincia di CASERTA Zinzi, alle prese negli ultimi giorni anche con le proteste dei sindaci dei comuni dell' area matesina, rimasti completamente isoltati dopo lo stop del servizio. «Da oggi chiedo a tutti i lavoratori un maggior senso di responsabilità per far in modo che l'azienda funzioni davvero; l'amministratore delegato Esposito mi ha assicurato un servizio efficiente, che tenga conto dell'esigenze della popolazione. E chiedo anche ai sindacati - conclude Zinzi - di essere responsabili». Per il segretario confederale della Cisl di CASERTA Carmine Crisci «quella di oggi è una giornata importante, ora però bisogna lavorare per far funzionare il servizio in modo efficiente. Chiederemo all'azienda di implementare le corse durante l'orario scolastico».







Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20941