CASERTA, PREMI CONI 2011. PROPOSTA INTITOLAZIONE SALA STAMPA A MIMMO MINGIONE
Data: Giovedì, 29 dicembre @ 00:24:29 CET
Argomento: Sport


Guarda il video



CASERTA, DICEMBRE 2011 (Casertasette) . L’intitolazione della sala stampa del Palamaggiò al giornalista Mimmo Mingione, storica voce del basket casertano, scomparso pochi giorni fa, è stata formulata dal presidente del Comitato Provinciale Coni Michele De Simone d’intesa con il fiduciario dell’Unione Stampa Sportiva Italiana Lucio Bernardo in occasione della cerimonia di consegna dei Premi Coni e delle Stelle al Merito Sportivo a dirigenti, tecnici, atleti e società meritevoli di Terra di Lavoro, svoltasi al Teatro Comunale di Caserta. La proposta è stata condivisa dal Sindaco di Caserta Pio Del Gaudio e dalle altre Autorità presenti, tra cui il consigliere nazionale del Coni Guglielmo Talento, il presidente del Tribunale di S. Maria C.V. Andrea Della Selva, il questore Guido Longo, rappresentanti di istituzioni sportive e militari. Unanime l’applauso dei numerosi presenti che hanno calorosamente ricordato in questo modo un grande protagonista dello sport e del giornalismo sportivo casertano. Lo stesso applauso che ha accompagnato la conclusione della manifestazione con la consegna del premio a Enzo Di Bennardo da San Nicola la Strada, capitano della nazionale azzurra di basket in carrozzina che, per la prima volta si è qualificata ad una Paralimpiade, appunto quella di Londra. Commovente la consegna del premio da parte di Rosario De Felice, il giovane cestista della Juve Caserta rimasto coinvolto tre anni fa in un grave incidente stradale, mentre lo stesso Di Bennardo ha consegnato una targa di incoraggiamnento all’altro paralimpico di Aversa Nicola Molitierno, già partecipante alle Paralimpiadi di Pechino e ancora in lizza per guadagnare nel tennistavolo il pass per Londra 2012. E una standing ovation ha accompagnato la consegna del Trofeo “Sport e Legalità” al Questore Guido Longo in omaggio alle Forse del’Ordine che, seguendo il “modello Caserta”, hanno vinto il campionato della legalità con la malavita organizzata. Le Stelle al Merito Sportivo, deliberate nel 2010 dal Coni centrale a dirigenti, tecnici e società sportive, sono state consegnate a Vittorio Savino da Aversa, già consigliere della Federazione Italiana e Internazionale di Atletica Leggera, cui andrà la stella d'oro, il massimno riconoscimento; quelle d'argento andranno a Guglielmo Moschetti da Aversa per la pallavolo e a Franco Porfido da Caserta per la pallacanestro, ambedure dirigenti regionali delle rispettive federazioni; quelle di bronzo a Giuseppe Affinito da Maddaloni per la palla tamburello, ad Anna Borrozzino da Capua per il tiro con l'arco, a Giustino De Sire da Caserta per la scherma, a Paolo Provitera da Caserta per il tennis, a Giacomo Roccatagliata da S. Maria C.V. per l'automobilismo. Queste le due Stelle deliberate per le società sportive: argento al Tennis Club Caserta, di cui è presidente Massimo Rossi, bronzo all'Athlon Portico, di cui è dirigente il maestro Domenico Maurino. Due anche le Palme al merito sportivo assegnate a due tecnici: Pasquale D'Aniello per la pallavolo e Clemente Rossacco per la scherma. Durante la cerimonia sono stati consegnati molti altri attestati, anzitutto ai campioni italiani, divenuti tali tra la data del Gala dei Campioni e quella attuale, i pugili Francesco Maietta, Maria Rosaria Stellato, Tommaso Rossano dell’Excelsior Marcianise, Vincenzo Colella, Federico Scialla ed Eugenio Indaco della Medaglie d’Oro di Marcianise, Vincenzo Contestabile e Giuseppe Perugino della Tifata Boxe San Prisco; i karateka Alessandro Iodice, Giuseppe Maurino e Umberto Palmiero dell’Athlon Portico, il fantino Eugenio Perrotta di Succivo, la ciclista sammaritana Maria Elisa Piscopo. e, poi, ad altri atleti, arbitri, dirigenti e animatori sportivi distintisi in altre specialità, tra cui il tedoforo di Roma ’60 Michele Centore, ambasciatore dello sport casertano in Brasile (Premio Panathlon), il modellista nautico Salvatore Cuomo (Bluduemila), la campionessa di pugilato Nunzia Patti (Unione Nazionale Veterani Sport), il giornalista sportivo Mario Iannotta (Unione Stampa Sportiva Italiana). Sono stati anche attribuiti speciali premi a rappresentanti di istituzioni e di aziende che hanno bene operato a favore dello sport e sono stati insigniti del riconoscimento di e cioè l’Azienda Latte Berna di Piana di Monte Verna e la Concessionaria Auto dei fratelli Funari. Ulteriori attestazioni a sportivi di vaglia si riferiscono ai premi a ricordo dei dirigenti del Coni del passato, quello in nome di Donato Messore consegnato all’arbitro internazionale di pugilato Stefano Carozza, quello intestato a Egidio Amato all’animatrice sportiva Claudia Mazzitelli e quello intitolato a Michele Accinni all’artista Battista Marello. La manifestazione é stata caratterizzata anche da spettacolari esibizioni di danza, taekwondo e giochi acrobatici e, soprattutto, con un intermezzo di gag ispirate allo sport affidato al notissimo attore e cabarettista Gino Rivieccio, che ha deliziato l’uditorio con le sue fulminanti battute. E nel foyer del Teatro Comunale i sommellier della Fisar (federazione italiana sommelier albergatori e ristoratori), guidati dal delegato Carlo Iacone, hanno offerto gradite degustazioni dei “Rossi di Natale”, i vini tipici di Terra di Lavoro che hanno caratterizzato in varie occasioni l’ospitalità casertana curata da Agrisviluppo , l’azienda speciale della Camera di Commercio, presieduta da Generoso Marrandino.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20760