TOGHE IN SCENA A CASERTA: BORSELLINO RECITATO DAI COLLEGHI (VIDEO)
Data: Venerdì, 09 dicembre @ 12:36:08 CET
Argomento: Cittadini e Giustizia




CASERTA, DICEMBRE 2011 (Casertasette) - (Guarda il video - C’era anche Franco Roberti – uno dei pm antimafia, oggi capo della Procura di Salerno e obiettivo di un attentato, come emerso dall’inchiesta che qualche giorno fa ha portato all’arresto di alcuni esponenti del gruppo Zagaria – tra i magistrati protagonisti di «Toghe in scena per la Costituzione», la rappresentazione andata in scena al Teatro Comunale di Caserta il 2 dicembre scorso per ricordare le stragi di Capaci e via D’Amelio, in cui morirono i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Sul palco della struttura comunale di via Mazzini, è andata in scena, infatti, la rappresentazione "Paolo Borsellino essendo Stato", con una serie di letture tratte dall’opera omonima di Ruggero Cappuccio e interpretate dai magistrati della Procura della Repubblica di Salerno, Franco Roberti, Maria Teresa Belmonte, Lucia Casale, Ornella Dezio, Maria Chiara Minerva, Rocco Alfano e Luigi D’Alessio. La regia è del magistrato Umberto Zampoli. L’azione prende l’avvio dal 19 luglio 1992. Nell’ultimo decimo di secondo tra l’esplosione e la propria morte, Borsellino ricompone memorie e sogni della sua esistenza. Racconta attraverso la voce dei suoi colleghi. È un uomo che parla delle sue origini, delle persone, dell’infanzia con l’amico Falcone in quella terra che imparò ad amare sempre di più per difenderla. Alla rappresentazione, dove ha partecipato il sindaco Pio Del Gaudio, è seguita la tavola rotonda "Istituzioni, uomini e società - Coraggio e azione comune contro le mafie" con la partecipazione dell’autore teatrale Ruggero Cappuccio; di Federico Cafiero De Raho della Dda di Napoli; Leandro Limoccia del collegamento campano contro le camorre "Gennaro Franciosi"; Giovanna Palermo della facoltà di studi politici "Jean Monnet" e Luigi Gay, procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere moderati dal giornalista Alfonso Ruffo "Un’occasione per testimoniare la volontà dei cittadini casertani di ribellarsi all’antistato", aveva sottolineato il sindaco Pio Del Gaudio, annunciando la sua presenza e quella della giunta comunale all’iniziativa organizzata dalla facoltà di Studi politici "Jean Monnet" con l’assessorato alla Cultura.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20745