CAMERA PENALE S. MARIA C.V. (CASERTA) SCRIVE A PRESIDENTE NAPOLITANO
Data: Domenica, 03 luglio @ 22:01:14 CEST
Argomento: Cittadini e Giustizia




SANTA MARIA CAPUA VETERE (Caserta), 2 luglio 2011 (Casertasette) - La carenza dei magistrati nel circondario giudiziario di Santa Maria Capua Vetere spinge la Camera Penale, presieduta dall’avvocato Alessandro Diana a scrivere un’accorata lettera al presidente della Repubblica, Giorgio Naplitano, e ad altri rappresentanti istituzionali tra cui lo stesso presidente del Tribunale sammaritano, Andrea Della Selva. «La questione degli organici – scrivono i penalisti - sta assumendo aspetti sempre più inquietanti. Ad onta delle spettacolarizzazioni mediatiche ricadenti sotto il nome di “modello Caserta”, assistiamo quotidianamente ed inesorabilmente ad una forma istituzionalizzata di denegata giustizia che si sostanzia nei continui rinvii dei processi per la “composizione anomala dei collegi”, per “assenza del magistrato titolare” sia nei processi per i quali è previsto il filtro dell’udienza preliminare sia nei processi a citazione diretta a giudizio ovvero per assenza del magistrato togato». La lettera - indirizzata anche al Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Michele Vietti; al Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, al Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati, Luca Palamara; al Presidente dell'Unione Camere Penali Italiane, Valerio Spigarelli e firmata dagli avvocati del direttivo della Camera Penale (Raffaele Mascia, Raffaele Griffo, Maria Lampitella , Anna Maria Ferriero, Raffaele Costanzo, Gennaro Iannotti e Giovanni Lavanga) affronta anche il tema della doppia velocità dei processi. «La carenza degli organici dei magistrati togati soffre di un letargismo cronico immunizzato dal meccanismo previsto dall’art. 190/bis del codice di rito penale grazie al quale vengono salvati i processi “che fanno notizia” e sui quali si solidifica il falso mito della sicurezza sociale facendo passare sotto il più assoluto silenzio la circostanza che i cittadini imputati vengono giudicati da giudici che valutano la prova senza acquisirla. Un ulteriore contributo allo sfascio del tribunale – prosegue la nota - è fornito da una norma che vieta ai magistrati togati di esercitare funzioni monocratiche se non dopo quattro anni dall’ingresso in carriera: questa norma crea il paradosso che importanti processi di competenza del giudice monocratico vengono decisi dai Got – essi sì – legittimati alla trattazione. Ciò, ribadiamo, nuoce ai cittadini ma anche alla stessa magistratura. Ormai nel circondario sono pochissimi i processi “ordinari” che si riescono a concludere in virtù dell’instabilità dei collegi causata dalla carenza degli organici. Il problema, più volte sollevato nel corso dei numerosi incontri tenuti con il presidente del Tribunale, Della Selva, è reso plasticamente dalle cifre da brivido che per ragioni di chiarezza espositiva si riportano: su un organico di 94 magistrati risultano vacanti 17 posti con una carenza di posti pari al 20% nella sede centrale con punte del 50% nelle sezioni distaccate. Sul piano politico-giudiziario ci si deve chiedere che cosa ciò significhi, quali siano le risposte del Csm, dell’Anm e della politica tutta rispetto a tale emergenza. Sul piano pratico la Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere chiede formalmente di conoscere quali iniziative – e in che tempi – si intendano adottare in ordine alla soluzione di un problema oramai non più procrastinabile ribadendo che sarà supportata con le opportune iniziative l’opera di sensibilizzazione che il Presidente del Tribunale di Santa Maria CV sta portando avanti fino ad organizzare una grande “convention – protesta” che coinvolgerà nell’ambito del circondario di Santa Maria Capua Vetere la scuola, l’università, il mondo produttivo, gli altri ordini professionali e le forze sindacali. E’ sin troppo evidente che nei dati sopra riportati si annida la crisi del sistema giustizia nel circondario sammaritano e perciò siamo sicuri che tale nostra richiesta sarà tempestivamente ed esaurientemente evasa.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20548