CASO VILLAGGIO RAGAZZI MADDALONI:(CASERTA) ECCO LE DIFESE DEGLI ARRESTATI
Data: Mercoledì, 02 marzo @ 15:17:26 CET
Argomento: Giudiziaria




SANTA MARIA CAPUA VETERE (Caserta), 2 marzo 2011 (Casertasette) - "Avrei obbligato i ragazzi a vedere in televisione solo determinati film? Falso, in varie occasioni ho dovuto vigilare per evitare che vedessero solo determinati film ritenuti violenti come 'Il capo dei capi' o 'Il camorrista'". Si e' difeso cosi' davanti al gip Giuliana Taglialatela, Domenico Bellucci, l'educatore del "Villaggio dei ragazzi" di Maddaloni, difeso dall'avvocato Mariano Omarto, indagato per maltrattamenti ai danni di minori di eta' compresa tra i dodici e i sedici anni, ospiti del convitto per ragazzi. Questa mattina sono stati eseguiti gli interrogatori di garanzia dei quattro istitutori -oltre Bellucci, Vincenzo Crisci, Gianluca Panico e Francesco Edattico- e dell'insegnante di Geografia, Maria Iesu, accusata di aver abusato sessualmente di due undicenni, arrestati nell'ambito di una inchiesta della Squadra mobile di Caserta. Gli educatori hanno respinto tutte le accuse, dicendo di essere, a volte, intervenuti energicamente solo per evitare aggressioni fisiche. Per quanto attiene invece all'accusa di tenere finestre e porte aperte dell'istituto durante la doccia, con i minori nudi, Bellucci ha chiarito che si trattava di una semplice precauzione adottata, tenuto conto della promiscuita' tra allievi superiori e quelli delle classi inferiori, per evitare che si compissero atti lesivi dell'integrita' fisica e del pudore. "Portero' in aula 1.200 alunni che smentiscono i racconti degli otto ascoltati dai pm", dice la difesa. Anche l'insegnante 37enne, difesa dall'avvocato Nello Sgambato, ha rigettato ogni accusa davanti al gip chiarendo la sua posizione. L'insegnante avrebbe riferito che trascorreva molte ore con gli alunni di prima media del Villaggio dei Ragazzi, come e' riscontrabile dai calendari scolastici. Una delle materie che insegnava, era l'educazione civica. La professoressa ha dunque spiegato che l'episodio contestato della violenza sessuale altro non e' che una dimostrazione pratica di alcune tecniche utilizzate dai bulli, in quanto la sua classe aveva aderito ad un progetto che includeva un corso antibullismo.

Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno attualità scuola bullismo molestie difesa giustizia tribunale notizie news internet novità reggia giornali quotidiani tv emittenti giornalisti giornalistici a radio televisione web stampa rassegna giudice minori





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20382