ESTORSIONI A LIDO BALNEARE IN PROVINCIA DI CASERTA: 7 ARRESTI
Data: Venerdì, 08 ottobre @ 20:30:33 CEST
Argomento: Cronaca




CASTELVOLTURNO (Caserta), 8 ottobre 2010 - Sette persone, accusate di concorso in estorsione aggravata e usura, sono finite in carcere tra le province di Napoli e Caserta. I carabinieri di Mondragone hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di S.Maria Capua Vetere: i destinatari dei provvedimenti sono ritenuti responsabili di attività estorsive nei confronti del titolare di uno stabilimento balneare di Castel Volturno al quale avevano imposto interessi usurari per la restituzione di un prestito di una somma di denaro concessa ad inizio della stagione estiva. In totale gli estortori si sono fatti consegnare dall' imprenditrice 10 mila euro per un prestito di 3800 euro concesso nel 2003. Oltre a chiedere interessi usurai il gruppo, guidato da Luigi Mari, 39 anni, e dalla moglie Giovanna Monetti, 30, di Napoli, hanno minacciato di morte i figli della titolare dello stabilimento balneare. Proprio le minacce - ha detto alla stampa il procuratore aggiunto di S. Maria Capua Vetere Luigi Gay - hanno convinto la donna a rivolgersi ai carabinieri di Mondragone, che hanno avviato le indagini infiltrando due militari tra i bagnanti. A Ferragosto furono arrestati due dei destinatari dei provvedimenti di oggi: Emanuele De Martino, 29 anni, e Paolo Zunico, 30 mentre minacciavano di morte l' imprenditrice. Gli altri destinatari delle ordinanze di custodia della Procura di S. Maria Capua Vetere sono: Otello Cano, 41 anni, Salvatore Volpicelli, 30, e Francesco Monetti, 26.







Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=20041