ESOTRSIONI A COMMERCIANTI DELL'AGRO AVERSANO: NOVE ARRESTI PER RATA PIZZO ESTIVA
Data: Mercoledý, 30 giugno @ 20:33:16 CEST
Argomento: Cronaca




caserta, 30 giugno 2010 - Nove persone sono state accusate, sulla base di indagini della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, di chiedere le estorsioni a imprenditori e commercianti nella zona di Aversa, San Marcellino e Trentola per conto di Nicola Schiavone, figlio del boss dei Casalesi Francesco. Il gip di Napoli ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Bartolomeo Cacciapuoti, 37 anni; Bernando Ciervo, 28 anni; Gaetano De Biase, detto "burzone", 43 anni; Giancarlo Esposito, detto "gnagnariello";Pietro Falcone e Salvatore Orabona, noti per essere stati bersaglio di un attentato compiuto due anni fa dal killer Giuseppe Setola; Antonio Maione; Agostino Paciello e un marocchino, Mohamed Ismail Niel, 27 anni. I nove, alcuni dei quali gia' detenuti, rispondono a vario titolo di associazione di stampo mafioso, lesioni personali, porto e detenzioni di armi, reati aggravati dall'avere agito con metodo mafioso e al fine di agevolare il clan. Il gruppo ha chiesto il 'pizzo' a imprenditori nelle zone controllate dal clan dei Casalesi, fazione Schiavone, subentrato al gruppo di Francesco Bisognetti detto "Cicciotto e'mezzanotte", dopo il declino di quest'ultimo. Le rate variavano da imprenditore a imprenditore e le scadenze erano sempre le stesse: Natale, Pasqua e Ferragosto. La Squadra mobile di Caserta e i carabinieri li hanno arrestati prima della riscossione di quella estiva.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=19685