ARRESTO LEGALE RITENUTO PORTAVOCE BOSS: LE REAZIONI DELL'AVVOCATURA
Data: Venerdì, 04 giugno @ 21:15:00 CEST
Argomento: Cronaca




CASERTA, 4 GIUGNO 2010 (Casertasette) - «Sono innanzitutto sorpreso». Questa la prima dichiarazione di Camillo Irace, presidente della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere, alla notizia dell’arresto di Carmine D'Aniello, l'avvocato arrestato ieri con l'accusa di aver fatto da portavoce per il boss detenuto dei Casalesi Francesco Bidognetti. «Sono vicino al collega e mi auguro che potrà chiarire bene la sua posizione, confidando ovviamente nella magistratura. Si tratta di un arresto e non di una sentenza di condanna – prosegue la massima carica degli esponenti del foro sammaritano – e quindi attendiamo che sulla vicenda si esprima prossimamente il tribunale della Libertà. Al momento – conclude Irace – non ho elementi per dire altro in quanto non sono a conoscenza degli atti». Dello stesso tenore il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere Elio Sticco. L’organismo forense ha inviato all’alba un loro consigliere, cosi come prevede la legge, per assistere alle procedure di perquisizione presso lo studio del legale. «Non sappiamo ancora nulla dell’inchiesta – spiega il presidente Sticco – siamo stati avvertiti pochi minuti prima dell’operazione. Le poche informazioni le abbiamo apprese attraverso la stampa poche ore dopo».





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=19540