VATICANO: A OTTOBRE IL PAPA CANONIZZA GIULIA SALZANO DI S. MARIA C.V.
Data: Venerdì, 19 febbraio @ 20:37:51 CET
Argomento: Religione




CITTA' DEL VATICANO, 19 FEBBRAIO 2010 - In moltissimi in tutto il mondo cattolico, soprattutto tra Italia e Polonia, ritenevano che il prossimo 16 ottobre - anniversario dell'ascesa di Karol Wojtyla al soglio pontificio - sarebbe stata la data in cui Benedetto XVI avrebbe proclamato beato il proprio predecessore Giovanni Paolo II. Tale ipotesi, invece, dovrà quasi certamente essere rivista, e la data spostata in avanti, dopo che oggi il Papa ha annunciato proprio per il giorno successivo, domenica 17 ottobre, la cerimonia di canonizzazione di sei nuovi santi, tra cui suor Mary MacKillop, la prima santa australiana. L'annuncio di Benedetto XVI, fatto stamane in latino durante il concistoro ordinario pubblico convocato nel Palazzo apostolico, in qualche modo dà ragione a quanti negli ambienti vaticani si oppongono a una beatificazione "affrettata" di Wojtyla - per il quale papa Ratzinger ha firmato il 19 dicembre scorso il decreto che ne riconosce le "virtù eroiche" - e caldeggiano una corretta e inattaccabile valutazione di tutti i requisiti ancora necessari per la beatificazione, in primo luogo l'accertamento ufficiale di un miracolo da attribuire alla sua intercessione. A tale proposito devono ancora riunirsi la commissione medica e l'assemblea dei teologi della Congregazione per le cause dei santi. A questo punto, almeno in linea teorica, nulla vieta che la tanto attesa beatificazione arrivi comunque in ottobre, ma realisticamente l'"ingorgo" di date (tra il 10 e il 24 ottobre sarà in corso in Vaticano anche l'Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente) e il previsto maxi-afflusso di pellegrini fanno pensare a uno slittamento in avanti, forse alla primavera. Negli ultimi tempi, poi, aveva fatto molto discutere la pubblicazione, da parte del postulatore della causa di beatificazione, monsignor Slawomir Oder, del libro "Perché è santo", scritto per la Rizzoli con il giornalista Saverio Gaeta e contenente anche testimonianze e documenti raccolti durante l'istruttoria: un'iniziativa che ha suscitato qualche malumore sia Oltretevere che in Polonia, ma che, a detta di fonti vicine alla Congregazione, non dovrebbe avere conseguenze. Le canonizzazioni annunciate oggi per il 17 ottobre, oltre all'australiana Mary MacKillop, vissuta nel 19/o secolo, co-fondatrice della Congregazione delle Suore di San Giuseppe del Sacro Cuore, beatificata nel 1995 proprio da Giovanni Paolo II durante la sua visita in Australia, riguardano anche gli altri cinque beati Stanislaw Soltys, sacerdote polacco del 15/o secolo, André Bessette, religioso canadese vissuto tra '800 e '900, Candida Maria de Jesus Cipitria y Barriola, suora spagnola vissuta anch'essa tra '800 e '900, fondatrice della Congregazione delle Figlie di Gesù, e due religiose italiane, Giulia Salzano (Santa Maria Capua Vetere, 1846-Casoria, 1929), fondatrice della Congregazione delle Suore Catechiste del Sacro Cuore, e Camilla Battista da Varano (Camerino 1458-1524), monaca dell'Ordine di Santa Chiara.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=18870