CAMORRA: SEQUESTRI BENI A GO-GO: OPERAZIONE TRA CAMPANIA ED EMILIA ROMAGNA
Data: Giovedì, 23 luglio @ 19:31:04 CEST
Argomento: Cronaca




MODENA, 23 LUGLIO 2009 - Beni per un valore di circa un milione e mezzo di euro riconducibili alla fazione del clan dei Casalesi, facente capo a Vincenzo Zagaria, sono stati sequestrati tra la Campania e l'Emilia Romagna. I sequestri sono scattati nelle province di Caserta, a Casapesenna, e di Modena, a Castelfranco Emilia e a Cavezzo, e hanno riguardato sei unità immobiliari, tra terreni e fabbricati, tre autovetture ed una società di costruzione di edifici. In particolare l'operazione condotta dai finanzieri del Comando provinciale di Napoli su ordine della Direzione distrettuale, è stata condotta nei confronti di Pietro Fontana ritenuto referente storico dei Casalesi per la zona dell'Emilia Romagna (dal 1984 è residente a Modena) con il compito di riciclare i soldi della camorra, nonché dei suoi familiari che si sono prestati all'intestazione fittizia dei beni. L'attività svolta dagli investigatori del Gico di Napoli ha consentito di individuare la sproporzione tra il patrimonio posseduto con i redditi dichiarati e le attività economiche esercitate dai suoi familiari. Centrali, oltre alle indagini, anche le dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=17529