PIGNATARO MAGGIORE (CASERTA): BENI CONFISCATI PASSANO DA ACLI A LIBERA
Data: Domenica, 12 luglio @ 10:33:18 CEST
Argomento: Enti e Comuni




PIGNATARO MAGGIORE (Caserta, 11 luglio 2009) - I beni confiscati alla criminalità organizzata che erano fino a qualche mese fa sotto la gestione di “Acli terra Campania per la legalità” passeranno sotto la responsabilità di Libera. L’accordo è stato siglato ieri in Prefettura di Caserta alla presenza del Prefetto di Caserta, dott. Ezio Monaco, ed al commissario straordinario di governo per la gestione dei beni confiscati, dott. Antonio Maruccia. Per il comune di Pignataro Maggiore erano presenti, oltre al sindaco Giorgio Magliocca, l’assessore alla sicurezza Giovanni Magliocca, ed il responsabile dell’ufficio beni confiscati, l’ing. Girolamo Parente. Erano presenti, tra gli altri, i rappresentanti della cooperativa Agrorinasce (con il presidente Gianni Allucci), dell’associazione Libera-Comitato Don Diana, dell’Arci Caserta (con il presidente Biagio Napolano), ed inoltre il sindaco di Casal di Principe Cipriano Cristiano, il questore di Caserta Guido Longo, ed altri rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni. Al tavolo della conferenza dei servizi c’erano anche i referenti dell’Agenzia del Demanio. Il commissario straordinario per i beni confiscati ha poi annunciato novità normative introdotte dal nuovo decreto sicurezza. In linea generale saranno i prefetti ad avere la responsabilità dei beni confiscati e non più l’agenzia del Demanio ed i sindaci in via esclusiva.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=17450