GENOVA: INDAGATO PER OMICIDIO COLPOSO LEGALE RAPP.TE DELLA D'AURIA TRIVELLAZIONI
Data: Venerdì, 22 maggio @ 09:51:04 CEST
Argomento: Cronaca




CASERTA, 22 MAGGIO 09 - Piero D'Alema, amministratore delegato di Amiu, l'azienda che si occupa dei rifiuti ed è controllata dal Comune di Genova, e altre sei persone, tra cui i responsabili legali di due aziende, una torinese e una di Caserta, sono indagate a vario titolo (per omicidio colposo, per mancata osservanza delle norme di sicurezza sul lavoro, per falso, per finire con procurato disastro). Lo ha deciso oggi il sostituto procuratore della Repubblica di Genova Francesco Pinto, incaricato, fin dall'ottobre scorso, di seguire le indagini per la morte di Emiliano Cazzola. L'operaio di 33 anni era morto, in maniera orribile, in un pozzo scavato nella discarica di rifiuti di Scarpino per recuperare idrogas prodotto dai rifiuti, un posto dove le temperature posso arrivare fino a 800 gradi. Secondo le risultanze di Pinto, principali responsabili dell'accaduto sono appunto l'Amiu, che aveva assicurato una concessione di sfruttamento della discarica e del suo biogas a due aziende, la Asja di Torino e la D'Auria Trivellazioni di Caserta. La prima doveva recuperare idrogas, la seconda invece era incaricata degli scavi e della posa delle tubazioni per il recupero del gas. Secondo Pinto, visto il rapporto contrattuale spettava anche all'Amiu il controllo dell'osservanza delle norme di sicurezza, oltreché naturalmente alle due ditte incaricate. Da qui l'iscrizione nel registro degli indagati cui seguirà a breve la chiusura delle indagini con l'invio del relativo avviso.





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=17034