CASERTA, PROGETTO LIBRI RANDAGI: SABATO DA REGGIA TRAVEL
Data: Venerdì, 27 febbraio @ 20:38:20 CET
Argomento: Cultura


Libri randagi, ovvero vieni con un libro e abbandonalo Il progetto sarà presentata Sabato 28 febbraio, alle ore 17 presso la Reggia Travel di Caserta – in Viale dei Bersaglieri 32 E/F



CASERTA - Reggia Travel Inc. aderisce al progetto ” Libri Randagi” . L’agenzia è socia di ITC (Imprenditori Turistici Campani) che con Unicoop Tirreno ha dato vita la progetto.. “Libri Randagi” nasce sulla scia del book-crossing con tutto quello che ne consegue in termini di attenzione alla cultura e alla formazione/autoformazione individuale. Fu nel 2003 che Unicoop Tirreno ebbe l'idea di realizzare nei propri negozi appositi spazi per i “libri abbandonati”. L’iniziativa vie riproposta ora, allargando al rete degli aderenti. Ma in che cosa consiste? Si tratta di una sorta di gioco pensato per chi vuole lasciare un messaggio, una traccia, o semplicemente condividere pensieri e visioni del mondo. Consiste nell'abitudine di lasciare un libro già letto negli angoli della città – o del supermercato, nuovo luogo di partecipazione sociale – in modo che qualcuno lo trovi, lo legga e lo riabbandoni di nuovo al suo avventuroso destino di libro liberato. Una filosofia riassunta nella frase del celebre scrittore francese Daniel Pennac: “Se un libro non vi è piaciuto, abbandonatelo. Se vi è piaciuto, abbandonatelo per farlo leggere a qualcun altro. Se vi è piaciuto così tanto, ricompratelo”. “Aderendo a questa filosofia, la Reggia Travel – spiega Francesco Marzano, titolare dell’Agenzia e consigliere e referente del Comitato Turismo di Confindustria Caserta – mette a disposizione i suoi spazi per poter abbandonare i libri liberi, per poter condividere le impressioni e il piacere della lettura” “Libri Randagi – continua Marzano – sta anche a indicare libri liberi di circolare nel mondo, libri da tenere con sé per il tempo delle emozioni legate alla lettura, ma poi da lasciare nuovamente per le strade, le piazze, i treni, laddove si pensa che qualcuno dopo possa di nuovo trovarli, accarezzarli, leggerli e tenerli per un po'”. (27 febbraio 2009)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=16475