CAMORRA: OSTEGGIATA LOVE STORY TRA SANTA MARIA E PIGNATARO
Data: Lunedì, 23 febbraio @ 17:38:47 CET
Argomento: Cronaca




CASERTA - Un legame d'amore spezzato dai clan. Questa una delle storie che emergono dalle indagini che hanno portato oggi all'esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare firmate dalla Dda contro esponenti del clan Lubrano-Ligato. La storia risale al 2003 quando un pescivendolo di Santa Maria Capua Vetere, A.D.A. legato ad un clan locale, si innamora di una barista di Pignataro Maggiore. L'uomo comincia a frequentare il bar della sua fidanzata ma la sua presenza non è gradita agli uomini dei Lubrano-Ligato avversari del clan di Santa Maria Capua Vetere. Il legame d'amore tra i due proseguì fino a quando, dopo una serie di appostamenti per conoscere le abitudini del pescivendolo, gli uomini del clan gli tesero un'imboscata malmenandolo con violenza fino a rompergli un braccio e costringendolo a non frequentare più il paese del casertano. Particolare anche la storia del giornalista sportivo di un quotidiano locale che - sollecitato dal clan - avrebbe impedito a un altro giornalista di pubblicare i suoi articoli sul clan di Pignataro Maggiore sul foglio locale. (23 febbraio 2009)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=16438