STRAGE IMMIGRATI A CASTELVOLTURNO (CASERTA): DOPO IL SANGUE LA POLEMICA
Data: Giovedý, 11 dicembre @ 17:34:40 CET
Argomento: Cronaca




CASTELVOLTURNO (Caserta) - Alla fine i sei immigrati ghanesi uccisi dalla camorra il 18 settembre hanno avuto un rito religioso, ma senza la presenza delle salme per decisione dell' ambasciata del Paese africano. A Ischitella, davanti alla sartoria ''Ob.Ob. Fashion'', dove un commando del clan dei casalesi apri' il fuoco sul mucchio dei presenti, si sono raccolti stamattina una cinquantina di immigrati africani del Ghana e qualche nigeriano. Tra essi un fratello ed alcuni parenti delle vittime. La pioggia battente, che ha allagato alcune strade della zona di Lago Patria ha reso piu' difficile lo svolgimento della cerimonia. Non sono mancati problemi organizzativi, come il mancato funzionamento dell' impianto di amplificazione. Poi il Vescovo di Capua, Mons. Bruno Schettino ha letto un brano dalle Beatitudini e Mary, un' immigrata ghanese, ha cantato uno Spiritual. ''Spero che questa preghiera sia sentita da tutti, cristiani e musulmani'', ha detto l' Imam di San Marcellino (Caserta), Nasser Hidouri, e poi ha recitato versetti del Corano. C' erano anche il Vescovo di Caserta, Raffaele Nogaro, volontari e sacerdoti del ''Centro Fernandes'', della diocesi di Capua, che assiste gli immigrati sul litorale domizio, e in rappresentanza della Regione Campania, l' assessore al lavoro Corrado Gabriele. Pochi minuti di raccoglimento,giusto il tempo che l' Imam terminasse la preghiera, e si e' accesa una discussione tra gli immigrati. Uno di essi ha contestato l' assenza delle salme, criticando le autorita' italiane. Ne e' nato un battibecco con altri immigrati, che sottolineavano il valore simbolico del rito religioso, al di la' della presenza materiale dei corpi. Il sindaco di Castel Volturno, Francesco Nuzzo, che aveva accanto a se il fratello di una delle vittime, e' riuscito a fatica a prendere la parola con l' aiuto di un microfono, ed ha spiegato le ragioni dell' assenza. ''Solo stamattina alle 10 - ha poi detto ai giornalisti il sindaco - una telefonata dell' ambasciata del Ghana ci ha informato che il trasferimento delle salme, custodite all' Istituto di medicina legale di Caserta, non era autorizzato''. Le salme dei sei immigrati ghanesi - ha annunciato il sindaco di Castel Volturno - dovrebbero essere trasferite nel Paese d' origine nella giornata di domani con un aereo cargo. (11 dicembe 2008)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=16049