ACQUA INQUINATA A CASERTA: ITALIANI RESTANO, MILITARI AMERICANI VANNO VIA
Data: Giovedý, 13 novembre @ 12:58:37 CET
Argomento: Cronaca




Il Comando della Marina Militare statunitense di Napoli ha annunciato l'istituzione di una moratoria temporanea per i nuovi contratti di locazione nelle zone di Arzano, Casal di Principe, Marcianise e Villa Literno, tutte in provincia di Caserta. La decisione e' stata presa dopo che in 14 abitazioni di Casal di Principe, occupate da personale americano, e' stata riscontrata la presenza di acqua del rubinetto inquinata. Sono stati adottati, si legge in una nota, ''parametri estremamente precauzionali e conservatori - si considera un arco temporale di esposizione di 30 anni - nel valutare il fattore rischio nelle zone in questione''. L'analisi delle informazioni rilasciate sia dalle autorita' sanitarie italiane che statunitensi, ha condotto il Comando a stabilire delle ''zone a sospensione di nuovi contratti di locazione''; cioe' delle aree non piu' disponibili al personale statunitense per firmare contratti di locazione attraverso l'Ufficio Alloggi della marina americana. Le zone a sospensione di nuovi contratti di locazione sono state stabilite in base ai dati sulla salute pubblica rilasciati sia dalle autorita' sanitarie italiane che statunitensi. La zona ''a sospensione fitto'' piu' estesa include Casal di Principe e Villa Literno; le altre due includono Arzano e Marcianise. Attualmente sono 34 le famiglie americane in fase pre-contrattuale di locazione nelle zone 'a sospensione fitto' e in attesa dei risultati dei campioni analizzati: tali famiglie saranno esortate a trovare alloggio presso altre zone della regione. Il numero e l'estensione delle zone a sospensione fitto saranno sottoposti a valutazioni ed eventuali variazioni nel corso della seconda fase dello studio americano sulla salute pubblica a Napoli, ma, per i prossimi 12 mesi, non sono previste variazioni significative. La seconda fase dello studio americano sulla salute pubblica a Napoli e' appena iniziata: consiste nell'ulteriore analisi di campioni supplementari nonche' dei risultati delle analisi della prima fase di studio. La conclusione della seconda fase di studio e' prevista entro l'autunno 2009. Il personale in fase di arrivo o di trasferimento sara' indirizzato verso le zone dove sia stata provata una bassa percentuale di contaminazione. Le case non locate all'interno delle zone 'a sospensione fitto' non saranno piu' indicate come soluzioni disponibili, quindi nuovi contratti d'affitto in tali zone non saranno consentiti. (13 novembre 2008-12:58)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=15858