AMBIENTE: BLITZ DI GOLETTA VERDE ALL'EX CENTRALE DEL GARIGLIANO
Data: Martedý, 15 luglio @ 15:21:58 CEST
Argomento: Ambiente




Goletta verde di Legambiente dice "no al nucleare" con un blitz all'ex centrale nucleare del Garigliano. Questa mattina, attivisti e volontari del Cigno Verde armati di bandiere gialle, tute bianche anticontaminazione e striscioni hanno messo sotto assedio la centrale Sogin del casertano. La scelta del luogo Ŕ simbolica. La zona del Garigliano ha avuto un impianto nucleare dal 1963 al 1982 e in questo luogo si sono verificati degli incidenti. I volontari ricordano i fatti "del dicembre 1976 - che ebbe analoghi nel '79 e nell'80 - quando l'acqua del fiume in piena penetr˛ nel deposito di stoccaggio delle scorie radioattive della centrale e, ritirandosi, si port˛ via oltre un milione di litri di acqua contaminata provenienti dal sistema di purificazione delle acque del reattore e li svers˛ nel letto del fiume, quindi nella campagna circostante e in mare". "La proposta nuclearista del governo Berlusconi, per ridurre i costi dell'energia e le emissioni di CO2 dell'Italia, non ha alcun senso - ha dichiarato Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente - Se l'Italia decidesse di investire risorse per la costruzione di centrali nucleari abbandonerebbe gli investimenti in fonti pulite e non rispetterebbe l'accordo europeo, incorrendo in sanzioni, rinunciando allo sviluppo del settore produttivo delle rinnovabili" (15 luglio 2008)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=15031