TELENOVELA CASO CONTRADA: FAMILIARI DI DICONO SI A RICOVERO MA IN DAY HOSPITAL
Data: Giovedý, 10 luglio @ 13:47:56 CEST
Argomento: Cronaca




Disporre che gli accertamenti diagnostici siano eseguiti, come disposti dall'ordinanza giudiziaria, nel centro Nutrizionale del II Policlinico di Napoli, ma in day hospital e non in stato di ricovero. E' quanto chiedono i legali di Bruno Contrada al Tribunale di sorveglianza campano dopo il rifiuto del loro assistito di farsi ricoverare in ospedale per compiere esami che i giudici ritengono necessari prima di decidere sulla sua richiesta di differimento della pena o di concessione degli arresti domiciliari. Gli avvocati Giuseppe Lipera e Grazia Coco chiedono inoltre al Tribunale di sorveglianza di Napoli di " disporre, ancora meglio, una perizia medico-legale, collegiale o meno, al fine di verificare quanto reiteratamente assunto dalla direzione sanitaria del carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, oltre che da tutti i medici di parte, e cioÚ che le condizioni di salute del detenuto sono incompatibili con il regime carcerario". Bruno Contrada, 77 anni, Ŕ detenuto per scontare una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno all'associazione mafiosa. (10 luglio 2008)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=14994