INCHIESTA SU GIUDICI E PREFETTO BENEVENTO: INTERROGATORI A S. MARIA C.V.
Data: Sabato, 15 dicembre @ 21:05:45 CET
Argomento: Giudiziaria




CASERTA - Scambi di favori, pressioni, falso, corruzione: una presunta rete di mutua assistenza che sarebbe stata gestita da uomini dell'Udeur e nella quale trovano posto alti funzionari dello Stato, magistrati amministrativi, politici, imprenditori. E' lo scenario disegnato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) che, secondo quanto riporta oggi il quotidiano Il Mattino, avrebbe chiesto sette misure interdittive: anche contro il presidente del Consiglio di Stato e il prefetto di Benevento. Sette indagati, dunque, che rispondono a vario titolo di corruzione, falso, abuso d'ufficio, rivelazione di segreto d'ufficio. Nell'elenco dei pm Alessandro Cimmino e Maurizio Giordano, compaiono- scrive "Il Mattino" - il presidente del Consiglio di Stato, Paolo Salvatore; il capo della procura di Foggia, Vincenzo Russo; il prefetto di Benevento, ex prefetto vicario a Caserta, Giuseppe Urbano; tre giudici amministrativi del Tar Campania, Carlo d'Alessandro, Ugo De Maio e Francesco Guerriero, un vigile urbano in servizio ad Alvignano, Luigi Treviso. Nel fascicolo dell'inchiesta all'esame del gip Francesco Chiaromonte, un nome, tra tutti, Ŕ ricorrente: Carlo Camilleri, consuocero del ministro della Giustizia, Clemente Mastella, e presidente dell'AutoritÓ di bacino del Sele. (15 dicembre 2007-21:05)





Questo Articolo proviene da Casertasette
http://lnx.casertasette.com

L'URL per questa storia è:
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=article&sid=13291