nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
BATTESIMO MARIA CAROLINA DI BORBONE: NELLA REGGIA 271 NOBILI E VIP


CASERTA - Nobili e reali italiani ed europei, attori come 'mister 007' Roger Moore, attrici come Ines Sastre e Ornella Muti, il campione di Formula Uno della Mc Laren, David Coulthardt, ma anche alcuni parlamentari sono annunciati tra i 271 partecipanti al battesimo di domani pomeriggio nella Reggia di Caserta della principessa Maria Carolina, nata il 23 giugno scorso a Roma, prima discendente dell'ultimo sovrano del regno delle Due Sicilie, Francesco II nata in Italia. "Forse - ha detto Carlo di Borbone, nel corso di una conferenza stampa insieme alla consorte, Camilla - ci sarà anche Emanuele Filiberto di Savoia. Probabilmente si tratterrà solo per la cerimonia religiosa del battesimo". Cerimonia e successivo ricevimento si svolgeranno nella Reggia di Caserta. Gli invitati al matrimonio riceveranno in dono ceramiche e maschere di Pulcinella realizzati nei laboratori avviati nel carcere minorile di Nisida dove è stata promossa un'iniziativa benefica da parte dei Borbone. Attesi esponenti delle famiglie reali d'Europa, dai Braganza del Portogallo ai Saxa Cobourgo Gotha di Bulgaria a Michel di Yugoslavia mentre padrini e madrine della piccola sono Laurent del Beglio, Pierre d'Arenberg, Maria Pisanu e Ines Sastre. "Siamo qui - ha aggiunto l'erede dei Borbone, duca di Calabria, Infante di Spagna, capo della Real Casa delle due Sicilie - perché siamo sempre stati legati a questa terra, ai napoletani, al Mezzogiorno. Il battesimo di Maria Carolina è un momento di gioia intima ma anche un'occasione per far conoscere le bellezze di una Napoli di cui viene descritta un'immagine non veritiera". L'evento sarà incentrato sui temi delle suggestioni partenopee: dalle melodie alle musiche, ai sapori della tradizione culinaria. Napoli e Caserta, ha ricordato Carlo di Borbone, "hanno rappresentato per la mia famiglia, i miei antenati, tra il Settecento e l'Ottocento due pietre miliari. Stiamo pensando, tra le altre iniziative di carattere benefico, a dare vita ad una Fondazione per coltivare gli studi storici e premiare le migliore lauree sulle vicende preunitarie". Il battesimo sarà preceduto oggi da una cena di gala con musiche di Peppino Di Capri all'hotel Excelsior a Napoli per festeggiare i primi cinque anni del matrimonio di Carlo e Camilla e dalle visite al Museo di Capodimonte e al Conservatorio di San Pietro a Majella che nell'occasione riaprirà i saloni della biblioteca e del restaurato Museo. Nella conferenza stampa di presentazione, introdotta da Lorenzo Del Boca, presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti, la principessa Camilla ha parlato, tra le altre iniziative, del 'Progetto Nisida futuro ragazzi' con l'obiettivo di reinserire nella vita civile i giovani ospiti del carcere minorile. A Nisida sono già stati attivati i laboratori di ceramica, falegnameria, giardinaggio e informatica. Il principe Carlo ha ricordato che nel 1785, a Palermo, era stata aperta una 'Real casa di Correzione per donne e minori'. Nel diciottesimo secolo i Borbone avevano istituito case ed istituti minori come il noto Real Albergo dei Poveri a Napoli. Maria Carolina, che sarà battezzata dal cardinale Mario Francesco Pompedda, prefetto del Tribunale della Segnatura Apostolica, è la prima discendente di Francesco II a nascere in Italia dopo l'esilio della Casa di Borbone avvenuta nel 1861 all'indomani dell'unificazione d'Italia. Il primo e l'ultimo dei suoi nomi (Maria Carolina e Januaria) sono un omaggio a Napoli, sia per ricordare l'omonima regina del Regno delle due Sicilie, sposa di Ferdinando IV dal 1768 al 1814, sia per omaggio a San Gennaro, patrono della città. La serata si concluderà con uno spettacolo di fuochi pirotecnici nel Parco della Reggia dopo il taglio della torta: si tratta di un dolce di 100 chili di peso e lunga 9 metri. Vi sarà riportato sopra il nome della neobattezzata, lo stemma reale ed il monogramma.

 
· Inoltre Cultura
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cultura:
INCHIESTA PARMALAT: UN SOLO GIORNO DI CARCERE PER GAETANI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it