nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
RAPINE A RAFFICA: AUTORE RICONOSCIUTO PER TATUAGGIO


Rapine in serie, tre delle quali messe a segno a Napoli ai danni della stessa ragazza in appena una settimana. Con questa accusa gli agenti del commissariato Arenella hanno fermato il pregiudicato Gennaro Sosero, 25 anni. Le rapine di cui è ritenuto responsabile sono state portate a termine tra la fine di settembre ed i primi di ottobre ai danni di una studentessa universitaria e di un insegnante di un istituto scolastico di Caserta. Le indagini hanno preso l'avvio dalle denunce della ventenne, vittima di ben tre rapine, nel giro di una settimana, nella zona compresa tra via Domenico Fontana, piazza Medaglie d'oro ed i giardinetti di via Ruoppolo. La vittima ha consentito agli agenti del commissariato e della Polizia Scientifica, di riprodurre un identikit del rapinatore, facilmente riconoscibile peraltro, per un vistoso tatuaggio di Che Guevara sul braccio destro. Giovedì sera, l'ennesimo colpo in via Giacinto Gigante ai danni di un cinquantenne, costretto a consegnare il denaro sotto la minaccia di una pistola mentre stava parcheggiando la macchina. Il rapinatore è scappato in sella a un ciclomotore, ma la vittima è riuscita a rilevare parzialmente il numero di targa. La descrizione fornita dal professore è risultata perfettamente coincidente con quella fatta dalla studentessa. Al termine degli accertamenti, i poliziotti sono risaliti a Sosero, irreperibile al proprio domicilio e nei luoghi di abituale ritrovo. Successivamente Sosero si è però recato al commissariato, ammettendo le proprie responsabilità. Alla ragazza, in tre rapine, il giovane aveva sottratto il cellulare, due borse in pelle ed oltre 100 euro.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it