nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, COMUNALI 2006. CAROSELLO ELETTORALE, PARLANO I CANDIDATI


Caserta, Paolino Maddaloni: Petteruti non finisce mai di stupirmi

“Petteruti non finisce mai di stupirmi, ma ora con questa sua boutade sul piano regolatore generale ha davvero superato se stesso. E allora sarà meglio ricordargli due concetti chiari. Il primo: l’Amministrazione comunale uscente aveva già posto in essere tutte le procedure necessarie alla aggiudicazione del bando di gara europea (delibera di Consiglio comunale che oggi non sarebbe più necessaria, delibera di giunta, consulta di piano e, per l’appunto, gara d’appalto europea), per cui bisognerà solo aprire le buste pervenute per indicare il progettista. Chiaramente, una volta caduta la vecchia amministrazione si è preferito aspettare la nomina del futuro consiglio comunale, che molto probabilmente non sarà composto al cento per cento dagli ex consiglieri, a cui spetterà il compito di analizzare il Prg sulla scorta delle linee già individuate. Il secondo concetto: l’Amministrazione Bulzoni, di cui il mio antagonista era uno degli esponenti più influenti, non volle mettere mano al Prg. E nemmeno a una variante di piano che era stata proposta in consiglio comunale, correva il 1996, ma che non ebbe alcun seguito”. Paolino Maddaloni, candidato sindaco di Caserta per la Casa delle Libertà, risponde dettagliatamente alle proposte, avanzate in questi giorni sui media, del candidato sindaco Nicodemo Petteruti che rischia di giungere sempre in ritardo sulle discussioni inerenti le grandi tematiche della città capoluogo di provincia. Allo stesso tempo l’aspirante primo cittadino del centrodestra è in grado di assumere un impegno concreto, sempre in materia di urbanistica, qualora dovesse essere lui a indossare la fascia tricolore. “La mia amministrazione, non solo realizzerà il nuovo Prg che rappresenta una grande priorità, - spiega Maddaloni – ma cercherà, qualora ci fossero gli estremi, di migliorarlo e di completarlo in toto. E tutto ciò all’insegna di almeno tre aspetti che ritengo fondamentali: porre in essere le iniziative economiche- popolari come gli appartamentini per le giovani coppie o per chi deve tamponare emergenze abitative di altra natura, una maggiore vivibilità che è strettamente legata al piano regolatore generale per una serie di correlazioni di facile intuizione, e la razionalizzazione dello stesso Prg finalizzato alla tutela dell’importante patrimonio storico-architettonico delle numerose frazioni casertane che rappresentano l’identità e la vera tradizione della nostra città. E, inoltre, mi preme sottolineare un altro aspetto che ritengo significativo: ossia, quello del restauro e del recupero degli edifici fatiscenti del centro storico cittadino”.

Casagiove, Santoro dell’Unione parla di boutade di Melone

Leggiamo uno spassosissimo intervento del sindaco Melone, in cui egli afferma che, conferendo alla città di Casagiove il titolo di città, anche il presidente Ciampi abbia voluto esprimere il suo apprezzamento al lavoro svolto dalla sua amministrazione. Con questa gustosissima boutade il Melone ha rivaleggiato con il suo mito, il signor Berlusconi, quando questi andava dicendo in giro che Bush lo consultava sulle sue iniziative in politica estera oppure che Putin non aveva tagliato le forniture di gas all’Italia per rispetto della loro amicizia. La mia impressione è che entrambi hanno sbagliato carriera e avrebbero potuto cimentarsi nell’avanspettacolo, novelli Gianni e Pinotto, con gag basate su chi la spara più grossa. Basterebbe una semplice considerazione temporale a disvelare tutta la tragicomica assurdità delle affermazioni del Melone. Infatti la proposta di richiedere il titolo di città fu avanzata all’inizio del 2002 dall’assessore Di Pippo, il quale, peraltro, balzò agli onori della cronaca soltanto in quella occasione, sparendo poi nel vortice di un buco nero. Si trattava dunque di una iniziativa nata a pochi mesi dalla elezione del Melone. Quindi è un titolo che non poteva avere alcuna attinenza con la sua attività. In realtà il titolo di città è ormai una questione di mera araldica e non si nega neanche ai villaggi della Papuasia. Soltanto chi affonda nella disperazione di vedere il potere scivolargli fra le mani può farne argomento di propaganda. Si ricorda inoltre che uno dei fieri avversari di un’iniziativa che era soltanto di sfacciata propaganda, fu proprio un esponente della maggioranza, il consigliere Palladino, il quale affermò in consiglio comunale che, date le carenze della dotazione di servizi pubblici di Casagiove, incitava a migliorare le condizioni di vivibilità, invitando l’amministrazione a conquistare il titolo di città sul campo altrimenti, citiamo testualmente, “esso sarebbe monco del suo più intimo contenuto simbolico e quindi del tutto inutile, se non addirittura dannoso”. Parole profetiche, non c’è che dire.

Caserta, l’associazione Emily incontra i 2 candidati a sindaco di centro sinistra con la Carloni

“L’associazione Emily Caserta è impegnata in maniera attiva per la vittoria dell’Unione in tutti i comuni della provincia interessati al rinnovo delle amministrazioni locali, a partire naturalmente dal comune capoluogo”. Il messaggio arriva dalla presidente di Emily Caserta, Annalisa Papa che per domani domenica 21 maggio alle ore 11,30 ha organizzato nel centro storico di Caserta, via Mazzini e Largo San Sebastiano, un momento di incontro tra le candidate di Emily e i due candidati a sindaco per il centrosinistra al Comune di Caserta, Nicodemo Petteruti e Gianfranco Alois. Per l’occasione sarà presente la senatrice dei Ds Annamaria Carloni, presidente di Emily Napoli. L’appuntamento – ha sottolineato ancora la Papa – in piena campagna elettorale per le elezioni amministrative del 28 e 29 maggio prossimi, ha come scopo quello di incontrare e far conoscere più da vicino le candidate dell’Unione e socie di Emily coinvolte in questa importante competizione elettorale. Nel capoluogo sono stati organizzati tanti incontri nei rioni e nei mercati e dovunque è possibile far intendere le proposte delle candidate al fine di rendere le nostre città più vivibili, sicure e a misura delle esigenze dei cittadini e delle donne in particolare”. “La politica sia più attenta al sociale e ai bisogni della gente e diventi, così, più concreta. La politica – ha continuato la presidente – deve promuovere regole chiare e trasparenti per motivare sempre più donne ad occuparsene. Per questo c’è bisogno di formazione politica, di percorsi di riflessione sui temi più sentiti dai cittadini e partecipare attivamente per promuovere i diritti civili delle donne non solo nel nostro Paese, ma in tutto il mondo. Fare politica richiede una continua messa a punto degli obiettivi, strategie, capacità di mediazione. Formazione continua affinché la selezione delle persone avvenga valorizzando, in modo trasparente, le attitudini, i meriti, le competenze. Vogliamo che a governare l’Italia – ha concluso la Carloni - ci siano sempre più donne. Che nessuna di loro si senta più sola, l’unica “. Sono convinta, infatti, che la presenza effettiva ed efficace delle donne – ha concluso la Papa - nella vita politica possa rappresentare un valore aggiunto indispensabile per il bene, e per il benessere, del nostro Paese, così come del nostro territorio”.

Servizi sociali, parla Casella candidato a sindaco dell’Unione a Casagivoe

C’è bisogno di mantenere e rafforzare i servizi ad anziani e ai disabili, alle persone sole o in difficoltà. Necessario sarebbe, invero, realizzare un protocollo d’intesa per le politiche sociali con le cooperative locali per destinare servizi permanenti alle persone che ne hanno bisogno”. A sostenerlo è Gerry Casella, candidato sindaco dell’Unione al Comune di Casagiove.

Marotta (Margherita, sui trasporti

Il trasporto pubblico locale è tra gli impegni prioritari che mi sento di assumere come futuro consigliere comunale. Vedere lontano per immaginare la città di Caserta più vivibile e più rispondente ai bisogni dei cittadini. Questa è la mia prospettiva”. Così la pensa Domenico Marotta, specialista oculista, candidato al consiglio comunale di Caserta per la Margherita a sostegno del candidato sindaco Gianfranco Alois.

Petteruti vuole cambiare il piano traffico in via Acquaviva

“Una delle misure che considerò non più rinviabili per migliorare la qualità della vita a Caserta è la rivisitazione radicale dell’attuale Piano del traffico. Concordano con me tutte le forze ed i movimenti che sostengono la mia candidatura e posso in questa sede ribadire l’impegno a mettere subito mano alla questione se l’elettorato intenderà premiarci”. Lo ha affermato stamane al rione Acquaviva, intervenendo ad un affollato incontro per la presentazione dei candidati di diverse liste e dove è stato in compagnia del deputato dell’Italia dei Valori, Americo Porfidia, il candidato a sindaco vincitore delle Primarie dell’Unione a Caserta, Nicodemo Petteruti. “Questo Piano del traffico non funziona per una serie di lacune che sono sotto gli occhi di tutti – ha osservato Petteruti –. In più punti i flussi confluiscono in un unico tratto, vale per tutti l’esempio dell’incrocio tra piazza Matteotti, via Santoro e via Patturelli. Il concetto è lo stesso del sistema fognario: se in questo caso si va incontro ad esondazioni è altrettanto evidente che anche il sistema stradale non può sopportare simili carichi. E’ assurda poi l’attuale regolamentazione del traffico in alcune arterie, come nella zona di via delle Ville: tutte potrebbero sopportare il doppio senso di circolazione che eviterebbe inutili ed immensi peripli. Il risultato – ha insistito Petteruti – è che per uscire di casa serve munirsi di un progetto e di mappe e che se sbagli una mossa ci devi riprovare il giorno successivo”. Secondo il candidato vincitore delle Primarie dell’Unione, inoltre, assieme alla rivisitazione del Piano occorrerebbe soffermarsi anche sul ripristino del decoro urbano: “Andrebbero subito rimossi, a prescindere, quegli orribili cordoli bicolore e tutti gli altri materiali impiegati per la realizzazione dei dispositivi di governo del traffico come new jersey e segnaletica varia”. Petteruti ha infine sottoscritto un impegno: “Mi pare una sconcezza che i portatori di disabilità fisiche debbano pagare il grattino come tutti gli altri, visto che non sono sufficienti i posti auto loro riservati. Per il futuro non dovrà più accadere”.

Battarra (ds): campagna elettorale culturale

“Ritengo che la campagna elettorale di ogni candidato non debba costituire uno stravolgimento rispetto alle normali occupazioni che ognuno di noi quotidianamente sostiene”. Lo afferma Enzo Battarra, dermatologo e critico d’arte, consigliere comunale Ds uscente a Caserta e ricandidato per l’appuntamento elettorale del 28 e 29 maggio. “In questi giorni – prosegue Battarra – sto svolgendo le mie attività consuete, certo con un’intensificazione degli incontri e delle iniziative, ma sono convinto che il candidato debba presentare al potenziale elettorato se stesso nella propria autentica identità. Ecco perché ho programmato una serie di incontri pluridisciplinari che possano servire anche a trasmettere e a rendere ancora più esplicite le mie specificità e competenze nei settori a me più congeniali, dalla salute pubblica ai temi culturali”.

Lo scrittore Pascale con Petteruti e gli adesivi del ‘C’è da fare’

Lo scrittore casertano Antonio Pascale, autore di numerosi libri e vincitore di alcuni dei più prestigiosi premi di letteratura, ha fatto pervenire la propria adesione all’iniziativa di domani a Caserta C’è da fare day. “Per questioni di lavoro – ha detto Pascale – non potrò essere lì con voi ma sottoscrivo e condivido l’iniziativa: mi sembra un modo originale per augurare il buongiorno a Caserta e per coinvolgere fattivamente la cittadinanza nella scelta delle priorità programmatiche”. Nel 1999 con la società editrice “L’Ancora” e, nel 2001, con l’ ”Einaudi”, Pascale diede alle stampe il fortunato “La città distratta”. Lo spaccato di Caserta raccontato dall’autore ha sortito l’effetto di scuotere le coscienze della nostra comunità. Non al punto da avviare compiutamente quel cambiamento auspicato nello scritto. “Per questo – ha concluso Pascale – trovo geniale quest’idea di coinvolgimento della cittadinanza e, idealmente, affiggerò anch’io un cartello C’è da fare”. Come anticipato, l’iniziativa di domani, domenica 21 maggio, sarà inscenata dalle ore 10.00 alle 21.00. Presso due postazioni fisse, in piazza Vanvitelli (lato Prefettura) e all’angolo tra via Mazzini e via Redentore, ed inoltre presso numerose postazioni mobili – rappresentate, per l’occasione, da carrelli per la spesa immediatamente riconoscibili – dislocate nei quartieri periferici dal rione Acquaviva a Puccianiello, sarà possibile ritirare un cartello o anche un adesivo recante la scritta C’è da fare. “Chiunque – ricorda il candidato sindaco Nicodemo Petteruti, ideatore dell’iniziativa – potrà affiggerli presso i luoghi dove si ritiene ci sia da cambiare qualcosa. Penso ad una strada dissestata, ad un impianto di illuminazione non funzionante, ad un cantiere eterno. Ci sembra questa una occasione imperdibile per denunciare quello che non va e che si vorrebbe cambiare”.
(21 maggio 2006-10:10)

 
· Inoltre Politica
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Politica:
CASERTA, IL VOTO ALLA PROVINCIA: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DEGLI SCRUTINI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it