nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
RINTRACCIATA A CAPUA (CASERTA) COPPIA ROM: AVEVA 'RAPITO 'FIGLIA DI 5 MESI


Hanno portato via la loro figlioletta di 5 mesi dalla struttura alla quale era stata affidata dal Tribunale per i minori di Bologna, che aveva tolto ai genitori, due nomadi romeni, la patria potestà. Dopo cinque giorni di 'sequestro', la coppia - lei di 24 anni e lui di 35 - é stata rintracciata insieme alla bambina a Capua, nel casertano, dalla squadra mobile di Bologna, che ha denunciato entrambi per sottrazione di minore. La vicenda, conclusa ieri pomeriggio, è cominciata sabato scorso, quando i due sono andati a fare visita alla figlia, ospite di una casa protetta sui colli bolognesi. Si trattava di uno degli incontri periodici autorizzati dal Tribunale, che fin dalla nascita della bimba, nel dicembre 2005, l'aveva tolta ai genitori. Un provvedimento deciso per la mancanza pressoché assoluta di mezzi di sussistenza da parte della coppia, che vive in una baracca in zona San Mamolo, oltre che per il fatto che la madre, poche ore dopo il parto, aveva tentato di allontanarsi dall'ospedale con la neonata, mettendone a rischio l' incolumità. Approfittando della visita, e con la complicità di un connazionale che non è stato identificato, sabato pomeriggio i genitori hanno 'rapito' la bimba, facendosi accompagnare in taxi alla stazione suburbana di Borgo Panigale, e poi facendo perdere le loro tracce. Le indagini della polizia, alla quale si sono rivolti i responsabili della struttura, hanno rapidamente portato ad vasto campo profughi alla periferia di Capua, individuato grazie alla localizzazione della 'cella' del telefono cellulare del padre. Viste le difficoltà che si sarebbero presentate entrando nell'accampamento, e la probabile fuga della coppia, gli investigatori hanno atteso che i due uscissero dal campo. Ieri pomeriggio sono infatti stati bloccati nel centro di Capua, insieme alla bambina che, visitata al pronto soccorso dell'ospedale locale, è apparsa in stato di denutrizione. La piccola è stata per ora affidata a una struttura della zona, in attesa di fare ritorno nella casa protetta di Bologna. La permanenza a Capua, secondo la polizia, sarebbe stata solo momentanea, in attesa di trasferirsi in Spagna, o fare ritorno in Romania. Nonostante la loro giovane età, i due nomadi hanno avuto in tutto quattro figli: uno vive in Romania, uno sarebbe deceduto e gli ultimi due sono stati tolti ai genitori dal tribunale. Intanto, la ventiquattrenne è in attesa del quinto bambino. (20 maggio 2006-18:40)

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it