nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
AGRICOLTORI STROZZATI DA BANCHE E USURAI PER 15 CALAMITA' DAL 1992


Falciano del Massico (Caserta - Vessati da sei anni da banche, espropriazioni giudiziarie, strozzini ed anche furti e sparizioni di trattori, decine di agricoltori dell’agro domizio, in provincia di Caserta, sono stati costretti a rivolgersi ad un sindacato antiusura per far sentire la loro voce e per chiedere alle istituzioni un tavolo di confronto per uscire dal baratro causato da ben quindici eventi calamitosi che dal 1992 ha colpito la zona. L’occasione è data da un convegno che si terrà oggi (ore 16,00) a Falciano del Massico (Caserta) presso la “Tenuta Sciacca” alla presenza di rappresentanti politici ed istituzionali al quale parteciperà il prof. Francesco Petrino, docente di diritto bancario e presidente del Centro Studi Giuridici dello Snarp (Sindacato Nazionale Antiusura e Riabilitazione Protestati) di Roma ed il responsabile dell’Unione agricoltori e serrecoltori dell’agro domizio, (Uasad), Antonio Villano. Il convegno, dal tema “Crisi dell’impresa agricola in Terra di Lavoro, analisi e strategie per la ripresa”, tratterà una serie di soluzioni che, da svariati anni, gli agricoltori dell’agro domizio propongono a diversi interlocutori. L’irreversibile indebitamento col sistema bancario, causato dal mancato risarcimento dei danni calamitosi, ha posto gran parte delle aziende al rischio di espropriazioni giudiziarie. Per l’Unione agricoltori occorrono iniziative indilazionabili da parte di Regione, Provincia, Prefettura, enti previdenziali, uffici giudiziari e istituzioni preposte per attuare soluzioni mirate al salvataggio e alla continuità produttiva. Tra le proposte: la realizzazione di un mercato ortofrutticolo di area per la valorizzazione del prodotto; creazione di rapporti diretti con la grande distribuzione; costituzione di un osservatorio permanente dei costi di produzione; costituzione di un fondo di garanzia regionale per permettere l’accesso al credito degli agricoltori esecutati, bollati dalle banche e nella morsa degli strozzini; ottenimento di transazioni per sanzioni e more e dilazioni per il pagamento delle contribuzioni pregresse; la creazione di un fondo regionale oltre che l’accesso a fondi europei al momento solo appannaggio delle grandi aziende agricole. (19 maggio 2006-10:00)

 
· Inoltre Agricoltura
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Agricoltura:
CAMERA DI COMMERCIO DI CASERTA: BANDO CONTRIBUTI AGRICOLTURA 2014

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it