nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, COMUNALI 2006. CAROSELLO ELETTORALE, PARLANO I CANDIDATI


Candidato sindaco a Caserta Paolino Maddaloni (CDL) pensa a case per giovani e meno abbienti

Una edilizia comunale – tramite finanziamenti da acquisire o mediante un intervento diretto dell’Ente – per fronteggiare la questione delle case nella città capoluogo di provincia. Una emergenze, questa, che riguarda almeno tre categorie di casertani: le giovani coppie in cerca di un tetto sicuro a prezzi non da capogiro soprattutto in considerazione delle difficoltà oggettive di inserimento nel mondo del lavoro; coloro i quali sono nell’impossibilità di pagare con regolarità il fitto mensile delle abitazioni dove risiedono e chi, per varie motivazioni, ha subito uno sfratto e non è nelle condizioni immediate di accedere a un’altra locazione. Tra le priorità della prossima amministrazione, nel caso in cui il centrodestra dovesse imporsi per l’ennesima volta alla guida del governo cittadino, il completamento del Puc (piano urbanistico comunale) che allo stato attende solo di essere avviato con l’aggiudicazione della gara per l’incarico di progettazione. La redazione del Puc sarà un atto importantissimo per lo sviluppo di Caserta e per accogliere anche l’indotto che verrà dalla realizzazione del Policlinico, che porterà, come prevedibile diretta conseguenza, una nuova richiesta di alloggi. Ma oltre a questo aspetto, per nulla secondario, una attenzione particolare va rivolta alle esigenze dei meno abbienti e dei giovani che sono alla ricerca di abitazioni a costo contenuto, secondo le proprie possibilità e per programmare il proprio futuro. “Il problema della casa – spiega il candidato sindaco Paolino Maddaloni della Casa delle Libertà – è, con ogni probabilità, la vera priorità della nostra città poiché riguarda un consistente numero di cittadini che si rivolgono direttamente al comune per cercare di trovare una soluzione, fosse pure estemporanea, alle loro giuste e basilari esigenze. Qualora venissi eletto sindaco di Caserta, già da oggi, posso garantire che la futura Amministrazione Comunale realizzerà una serie di piccoli alloggi, diciamo ognuno di circa 60-80 metri quadrati, per fronteggiare questa emergenza sociale sia attivando tutti i canali opportuni per attingere a degli stanziamenti inerenti, sia, nel limite delle nostre possibilità, realizzando i mini appartamentini con fondi comunali da destinare ad hoc”. Lo sviluppo dell’edilizia economica e popolare, dunque, è tra i capisaldi della piattaforma politico- amministrativa del dottore Maddaloni, anche alla luce di riscontri negativi che provengono dagli enti preposti a questa tipologia di interventi. “Mi rendo conto che esistono difficoltà non indifferenti – aggiunge l’aspirante primo cittadino del centrodestra – ma è pur vero che non si può restare indifferenti al cospetto dei tanti piccoli drammi familiari che si consumano sempre in numero crescente. Mi sia consentito, allora, dedicare una maggiore attenzione pragmatica per i tanti giovani casertani prossimi alle nozze e che, per le difficoltà di natura economica e a volte logistica, o sono costretti a rinviare il giorno del sospirato si oppure, per convenienze sempre di natura finanziaria, preferiscono trasferirsi nei centri limitrofi dove il costo delle pigioni è, tutto sommato, ancora accessibile”.

Restituzione euro per Primarie-Farsa, gazebo di Pettoruti

Messa a punto nei minimi dettagli l’organizzazione dell’iniziativa “Restituiteci l’Euro”, presentata ieri dal candidato sindaco vincitore delle Primarie dell’Unione a Caserta, Nicodemo Petteruti, e sostenuta da tutte le associazioni ed i movimenti nati spontaneamente dopo la decisione di alcuni partiti di non tenere conto dell’esito della consultazione del 12 marzo. “L’iniziativa non assume il significato che qualcuno, erroneamente, proprio in queste ore sta tentando di attribuire: restituire l’euro agli elettori non significa per noi disconoscere le Primarie quanto piuttosto impedire quella che si potrebbe configurare come una truffa in danno di migliaia di persone che si sentono offese e defraudate” ha chiarito Petteruti. Da domani, giovedì 18 maggio, volontari e militanti del centrosinistra presidieranno i luoghi, in prevalenza piazze, dove saranno disposti i banchetti per la distribuzione ai cittadini dei moduli attraverso cui sarà possibile richiedere la cifra simbolica di un euro che dava il diritto di partecipazione alle Primarie rinnegate. Le adesioni all’iniziativa saranno raccolte in Largo San Sebastiano (nei pressi dellex Istituto Sant’Agostino) a partire dalle ore 10.00. Nel pomeriggio, un’altra postazione sarà istituita a partire dalle ore 17.00 in piazza Vanvitelli. L’iniziativa di Nicodemo Petteruti e dei Comitati per il rispetto delle Primarie è stata rilanciata in tutt’Italia dal blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it), assumendo uno straordinario rilievo e suscitando reazioni di stupore e di indignazioni nelle centinaia di persone (1117 alle ore 19 di oggi) che in 24 ore hanno commentato la vicenda. Non sono mancati tentativi di inquinamento dell’iniziativa, palesemente smascherati: ignoti hanno infatti inviato improperi firmandosi con nomi di candidati delle liste collegate a Petteruti. “Ho visto sul blog finanche il mio nome accostato a dichiarazioni false ed infondate, niente di più mistificatorio e lontano dalla verità” ha detto per tutti Luigi Del Rosso. Avendo notato il successo dell’iniziativa, peraltro, la redazione del blog di Grillo ha autonomamente contattato i comitati confermando la disponibilità a continuare la campagna.

De Lorenzo (CDL), per Caserta occorre ‘atto d’amore’

“Un atto d’amore per la mia città”. Così Emilio De Lorenzo per spiegare la sua candidatura a consigliere comunale nella lista di Alleanza Nazionale, nell’incontro con i suoi simpatizzanti cui è intervenuto Paolino Maddaloni, candidato sindaco della CdL. “Investiamo su Caserta” ha detto De Lorenzo, antiquario e organizzatore della fortunata rassegna Retrò, illustrando le linee del suo progetto per valorizzare il centro urbano. “In questi giorni, attraverso il contatto con singoli cittadini e rappresentanti di enti, istituzioni e associazioni, ho avuto conferma che alla categoria dei commercianti e degli imprenditori si chiede di essere propositivi, positivi e costruttivi. Perciò intendo perseguire in questa iniziativa, fondata sulla visione unitaria del cittadino-consumatore e del cittadino-utente del centro urbano. Caserta è ricca di un notevole patrimonio artistico, di risorse turistico-culturali, di una infinita varietà e vivacità di tradizioni locali. Tutti elementi che impongono un ripensamento del nostro modello di sviluppo urbano. All’interno di questo modello la voca zione autenticamente casertana del commercio deve trovare gli spazi adeguati di azione, discussione e condivisione per continuare ad essere motore di sviluppo e di benessere economico e sociale”. Da qui - secondo de Lorenzo - l’opportunità per il mondo del commercio di assumere un ruolo propositivo in relazione allo sviluppo urbano. Le imprese legate al commercio, allo svago e alla promozione turistica, che sono già le principali artefici della vitalità ed attrattività del centro, devono trovare, nei suoi propositi, le modalità per diventare parte attiva del processo di sviluppo urbano. “Questo – conclude – è un ruolo che passa attraverso l’esplorazione di nuovi modelli di collaborazione tra le imprese commerciali. Stiamo lavorando all’analisi e alla definizione di questi modelli. Per individuare strategie utili alla “gestione del centro” e alla capacità di esprimere nuovi progetti. Per soddisfare le esigenze di tutte le componenti produttive, culturali e sociali della città. Perciò la mia candidatura: perché è fondamentale favorire, da consigliere comunale, la partecipazione dei cittadini, delle associazioni e dei soggetti economici e produttivi alla pianificazione delle politiche urbane della prossima amministrazione, e quindi alle politiche di sviluppo economico del territorio. Il primo passo, mentre continuiamo a lavorare al progetto, sarà la costituzione di un comitato-guida composto dai rappresentanti dei principali attori dello sviluppo, nei settori del commercio, di quello delle società immobiliari, nel mondo della progettazione e in quello delle associazioni e della cultura”. L'illustrazione di De Lorenzo ha ricevuto gli apprezzamenti del prefetto Maddaloni, che ha ribadito la necessità che gli elettori esprimano il voto a candidati e partiti della CdL congiuntamente a quello per il candidato sindaco della coalizione.

Casagiove, Casella e Battarra soddisfatti per Pascarella sottosegretario

“La nomina di Pascarella a sottosegretario è la dimostrazione evidente che la linea politica dell’Unione è vincente. Non posso che congratularmi con il senatore che mi auguro a breve di poter ospitare nella mia città”. A sostenerlo è Gerry Casella, candidato sindaco dell’Unione al Comune di Casagiove subito dopo la nomina di Gaetano Pascarella, senatore uscente della passata legislatura, a sottosegretario all’Istruzione nel Governo Prodi.
“La nomina di Gaetano Pascarella a sottosegretario alla Pubblica Istruzione è un risultato di alto prestigio per i Democratici di Sinistra casertani e per l’intera Unione”. Lo sostiene Enzo Battarra, consigliere comunale Ds uscente a Caserta e ricandidato per l’appuntamento elettorale del 28 e 29 maggio. “Pascarella, senatore uscente eletto nel collegio del capoluogo e della conurbazione casertana, sarà riferimento essenziale per quell’opera di progressivo miglioramento cui dovranno andare incontro le strutture scolastiche cittadine. E sarà il primo segno tangibile di un asse di collaborazione tra Governo centrale, Regione, Provincia e la nuova Amministrazione comunale di Caserta all’insegna dell’Unione”.

Maddaloni (cdl) su beni Pignataro Maggiore

Nel corso della conferenza stampa tenutasi presso la Federazione provinciale di AN, si sono incontrati il Consigliere provinciale avv. Giorgio Magliocca con il dott. Paolino Maddaloni. L’occasione è stata propizia per qualche breve riflessioni sulle problematiche a Pignataro Maggiore. A tale proposito il Prefetto Maddaloni ha dichiarato quanto segue:” In ordine ai beni dei dan insistenti sul territorio di Pignataro devo precisare che i provvedimenti di acquisizione sono stati gestiti dall’amministrazione uscente con zelo e senso di responsabilità e che il sottoscritto ha provveduto ad affidare al consorzio Icaro solo i terreni di località “Area Nova”. I restanti erano, invece, già stati affidaPLdall’amministrazione retta dall’ex Sindaco Magliocca al quale va il mio apprezzamento. Per quanto concerne le difficoltà fmanziarie preciso che le stesse sono connesse a numerose vertenze legali sorte almeno 10 anni fa.

Candidati sindaci di Caserta a incontro in Unione Industriali di Caserta

La città che vorremmo: gli industriali si confrontano con i candidati alla carica di sindaco del comune di Caserta. Variazione del programma di incontri. Su sollecitazione di numerosi imprenditori, infatti, d'accordo ovviamente gli interessati, il confronto con gli aspiranti sindaci avverrà in un solo incontro, lunedì 22 maggio, alle ore 16,30, sempre presso la sede dell'Unione industriali. Dunque, Gianfranco Alois, Paolino Maddaloni e Nicodemo Petteruti, sollecitati dalle domande degli industriali, avranno modo di illustrare, in una sorta di confronto all'americana, i rispettivi programmi di sviluppo della città capoluogo.

Marotta (margherita) su crimine

Candidato sindaco a Caserta Paolino Maddaloni (CDL) pensa a case per giovani e meno abbienti

Una edilizia comunale – tramite finanziamenti da acquisire o mediante un intervento diretto dell’Ente – per fronteggiare la questione delle case nella città capoluogo di provincia. Una emergenze, questa, che riguarda almeno tre categorie di casertani: le giovani coppie in cerca di un tetto sicuro a prezzi non da capogiro soprattutto in considerazione delle difficoltà oggettive di inserimento nel mondo del lavoro; coloro i quali sono nell’impossibilità di pagare con regolarità il fitto mensile delle abitazioni dove risiedono e chi, per varie motivazioni, ha subito uno sfratto e non è nelle condizioni immediate di accedere a un’altra locazione. Tra le priorità della prossima amministrazione, nel caso in cui il centrodestra dovesse imporsi per l’ennesima volta alla guida del governo cittadino, il completamento del Puc (piano urbanistico comunale) che allo stato attende solo di essere avviato con l’aggiudicazione della gara per l’incarico di progettazione. La redazione del Puc sarà un atto importantissimo per lo sviluppo di Caserta e per accogliere anche l’indotto che verrà dalla realizzazione del Policlinico, che porterà, come prevedibile diretta conseguenza, una nuova richiesta di alloggi. Ma oltre a questo aspetto, per nulla secondario, una attenzione particolare va rivolta alle esigenze dei meno abbienti e dei giovani che sono alla ricerca di abitazioni a costo contenuto, secondo le proprie possibilità e per programmare il proprio futuro. “Il problema della casa – spiega il candidato sindaco Paolino Maddaloni della Casa delle Libertà – è, con ogni probabilità, la vera priorità della nostra città poiché riguarda un consistente numero di cittadini che si rivolgono direttamente al comune per cercare di trovare una soluzione, fosse pure estemporanea, alle loro giuste e basilari esigenze. Qualora venissi eletto sindaco di Caserta, già da oggi, posso garantire che la futura Amministrazione Comunale realizzerà una serie di piccoli alloggi, diciamo ognuno di circa 60-80 metri quadrati, per fronteggiare questa emergenza sociale sia attivando tutti i canali opportuni per attingere a degli stanziamenti inerenti, sia, nel limite delle nostre possibilità, realizzando i mini appartamentini con fondi comunali da destinare ad hoc”. Lo sviluppo dell’edilizia economica e popolare, dunque, è tra i capisaldi della piattaforma politico- amministrativa del dottore Maddaloni, anche alla luce di riscontri negativi che provengono dagli enti preposti a questa tipologia di interventi. “Mi rendo conto che esistono difficoltà non indifferenti – aggiunge l’aspirante primo cittadino del centrodestra – ma è pur vero che non si può restare indifferenti al cospetto dei tanti piccoli drammi familiari che si consumano sempre in numero crescente. Mi sia consentito, allora, dedicare una maggiore attenzione pragmatica per i tanti giovani casertani prossimi alle nozze e che, per le difficoltà di natura economica e a volte logistica, o sono costretti a rinviare il giorno del sospirato si oppure, per convenienze sempre di natura finanziaria, preferiscono trasferirsi nei centri limitrofi dove il costo delle pigioni è, tutto sommato, ancora accessibile”.

Restituzione euro per Primarie-Farsa, gazebo di Pettoruti

Messa a punto nei minimi dettagli l’organizzazione dell’iniziativa “Restituiteci l’Euro”, presentata ieri dal candidato sindaco vincitore delle Primarie dell’Unione a Caserta, Nicodemo Petteruti, e sostenuta da tutte le associazioni ed i movimenti nati spontaneamente dopo la decisione di alcuni partiti di non tenere conto dell’esito della consultazione del 12 marzo. “L’iniziativa non assume il significato che qualcuno, erroneamente, proprio in queste ore sta tentando di attribuire: restituire l’euro agli elettori non significa per noi disconoscere le Primarie quanto piuttosto impedire quella che si potrebbe configurare come una truffa in danno di migliaia di persone che si sentono offese e defraudate” ha chiarito Petteruti. Da domani, giovedì 18 maggio, volontari e militanti del centrosinistra presidieranno i luoghi, in prevalenza piazze, dove saranno disposti i banchetti per la distribuzione ai cittadini dei moduli attraverso cui sarà possibile richiedere la cifra simbolica di un euro che dava il diritto di partecipazione alle Primarie rinnegate. Le adesioni all’iniziativa saranno raccolte in Largo San Sebastiano (nei pressi dellex Istituto Sant’Agostino) a partire dalle ore 10.00. Nel pomeriggio, un’altra postazione sarà istituita a partire dalle ore 17.00 in piazza Vanvitelli. L’iniziativa di Nicodemo Petteruti e dei Comitati per il rispetto delle Primarie è stata rilanciata in tutt’Italia dal blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it), assumendo uno straordinario rilievo e suscitando reazioni di stupore e di indignazioni nelle centinaia di persone (1117 alle ore 19 di oggi) che in 24 ore hanno commentato la vicenda. Non sono mancati tentativi di inquinamento dell’iniziativa, palesemente smascherati: ignoti hanno infatti inviato improperi firmandosi con nomi di candidati delle liste collegate a Petteruti. “Ho visto sul blog finanche il mio nome accostato a dichiarazioni false ed infondate, niente di più mistificatorio e lontano dalla verità” ha detto per tutti Luigi Del Rosso. Avendo notato il successo dell’iniziativa, peraltro, la redazione del blog di Grillo ha autonomamente contattato i comitati confermando la disponibilità a continuare la campagna.

De Lorenzo (CDL), per Caserta occorre ‘atto d’amore’

“Un atto d’amore per la mia città”. Così Emilio De Lorenzo per spiegare la sua candidatura a consigliere comunale nella lista di Alleanza Nazionale, nell’incontro con i suoi simpatizzanti cui è intervenuto Paolino Maddaloni, candidato sindaco della CdL. “Investiamo su Caserta” ha detto De Lorenzo, antiquario e organizzatore della fortunata rassegna Retrò, illustrando le linee del suo progetto per valorizzare il centro urbano. “In questi giorni, attraverso il contatto con singoli cittadini e rappresentanti di enti, istituzioni e associazioni, ho avuto conferma che alla categoria dei commercianti e degli imprenditori si chiede di essere propositivi, positivi e costruttivi. Perciò intendo perseguire in questa iniziativa, fondata sulla visione unitaria del cittadino-consumatore e del cittadino-utente del centro urbano. Caserta è ricca di un notevole patrimonio artistico, di risorse turistico-culturali, di una infinita varietà e vivacità di tradizioni locali. Tutti elementi che impongono un ripensamento del nostro modello di sviluppo urbano. All’interno di questo modello la voca zione autenticamente casertana del commercio deve trovare gli spazi adeguati di azione, discussione e condivisione per continuare ad essere motore di sviluppo e di benessere economico e sociale”. Da qui - secondo de Lorenzo - l’opportunità per il mondo del commercio di assumere un ruolo propositivo in relazione allo sviluppo urbano. Le imprese legate al commercio, allo svago e alla promozione turistica, che sono già le principali artefici della vitalità ed attrattività del centro, devono trovare, nei suoi propositi, le modalità per diventare parte attiva del processo di sviluppo urbano. “Questo – conclude – è un ruolo che passa attraverso l’esplorazione di nuovi modelli di collaborazione tra le imprese commerciali. Stiamo lavorando all’analisi e alla definizione di questi modelli. Per individuare strategie utili alla “gestione del centro” e alla capacità di esprimere nuovi progetti. Per soddisfare le esigenze di tutte le componenti produttive, culturali e sociali della città. Perciò la mia candidatura: perché è fondamentale favorire, da consigliere comunale, la partecipazione dei cittadini, delle associazioni e dei soggetti economici e produttivi alla pianificazione delle politiche urbane della prossima amministrazione, e quindi alle politiche di sviluppo economico del territorio. Il primo passo, mentre continuiamo a lavorare al progetto, sarà la costituzione di un comitato-guida composto dai rappresentanti dei principali attori dello sviluppo, nei settori del commercio, di quello delle società immobiliari, nel mondo della progettazione e in quello delle associazioni e della cultura”. L'illustrazione di De Lorenzo ha ricevuto gli apprezzamenti del prefetto Maddaloni, che ha ribadito la necessità che gli elettori esprimano il voto a candidati e partiti della CdL congiuntamente a quello per il candidato sindaco della coalizione.

Casagiove, Casella e Battarra soddisfatti per Pascarella sottosegretario

“La nomina di Pascarella a sottosegretario è la dimostrazione evidente che la linea politica dell’Unione è vincente. Non posso che congratularmi con il senatore che mi auguro a breve di poter ospitare nella mia città”. A sostenerlo è Gerry Casella, candidato sindaco dell’Unione al Comune di Casagiove subito dopo la nomina di Gaetano Pascarella, senatore uscente della passata legislatura, a sottosegretario all’Istruzione nel Governo Prodi.
“La nomina di Gaetano Pascarella a sottosegretario alla Pubblica Istruzione è un risultato di alto prestigio per i Democratici di Sinistra casertani e per l’intera Unione”. Lo sostiene Enzo Battarra, consigliere comunale Ds uscente a Caserta e ricandidato per l’appuntamento elettorale del 28 e 29 maggio. “Pascarella, senatore uscente eletto nel collegio del capoluogo e della conurbazione casertana, sarà riferimento essenziale per quell’opera di progressivo miglioramento cui dovranno andare incontro le strutture scolastiche cittadine. E sarà il primo segno tangibile di un asse di collaborazione tra Governo centrale, Regione, Provincia e la nuova Amministrazione comunale di Caserta all’insegna dell’Unione”.

Maddaloni (cdl) su beni Pignataro Maggiore

Nel corso della conferenza stampa tenutasi presso la Federazione provinciale di AN, si sono incontrati il Consigliere provinciale avv. Giorgio Magliocca con il dott. Paolino Maddaloni. L’occasione è stata propizia per qualche breve riflessioni sulle problematiche a Pignataro Maggiore. A tale proposito il Prefetto Maddaloni ha dichiarato quanto segue:” In ordine ai beni dei dan insistenti sul territorio di Pignataro devo precisare che i provvedimenti di acquisizione sono stati gestiti dall’amministrazione uscente con zelo e senso di responsabilità e che il sottoscritto ha provveduto ad affidare al consorzio Icaro solo i terreni di località “Area Nova”. I restanti erano, invece, già stati affidaPLdall’amministrazione retta dall’ex Sindaco Magliocca al quale va il mio apprezzamento. Per quanto concerne le difficoltà fmanziarie preciso che le stesse sono connesse a numerose vertenze legali sorte almeno 10 anni fa.

Candidati sindaci di Caserta a incontro in Unione Industriali di Caserta

La città che vorremmo: gli industriali si confrontano con i candidati alla carica di sindaco del comune di Caserta. Variazione del programma di incontri. Su sollecitazione di numerosi imprenditori, infatti, d'accordo ovviamente gli interessati, il confronto con gli aspiranti sindaci avverrà in un solo incontro, lunedì 22 maggio, alle ore 16,30, sempre presso la sede dell'Unione industriali. Dunque, Gianfranco Alois, Paolino Maddaloni e Nicodemo Petteruti, sollecitati dalle domande degli industriali, avranno modo di illustrare, in una sorta di confronto all'americana, i rispettivi programmi di sviluppo della città capoluogo.

Casagiove, sindaco candidato Melone incontra la stampa

Un incontro con la stampa, quello di questa mattina 18 maggio presso il Cineclub Vittoria di Casagiove, tenuto dal Primo Cittadino, Vincenzo Melone, per illustrare ciò che per la nostra città rappresenta una risorsa per il futuro, non solo in termini di ricaduta ambientale ma anche occupazionale: il Parco a Tema sui Monti Tifatini. Oltre al Sindaco Melone sono intervenuti, l'architetto Franco Barazzoni della Baustudio; Andrea Buondonno della facoltà di Scienze Ambientali e Giovanni D'Angelo Assessore municipale all'Ambiente ed Ecologia. Numerosi i presenti all'evento, sia rappresentanti della stampa sia cittadini di Casagiove. Il Sindaco Melone ha introdotto l'incontestabile risorsa che rappresenterà il Parco a Tema dicendo: "Uno degli obiettivi principali di quest'Amministrazione, fin dal suo insediamento, è stato quello della riqualificazione dell'ex area di cava dei Monti Tifatini. Con tanto impegno siamo riusciti a chiudere definitivamente la questione delle Cave, che oramai non fanno più paura né a noi amministratori né ai cittadini, come invece accadeva fino a qualche tempo fa. Uno dei principali risultati che ci eravamo prefissati fin dal 2001, infatti era quello di risolvere il problema eco-ambientale: oggi presentiamo un progetto ambizioso di riqualificazione e ricomposizione di una zona del nostro territorio improduttiva e degradata: l'area di cava della Silmac. Quello che sta per essere realizzato comporterà un indiscutibile rilancio produttivo ed occupazionale, non solo sul territorio di Casagiove ma di tutta la conurbazione casertana". "La Baustudio - ha detto l'architetto Barazzoni, progettista del parco a tema - fin dal 1977 si occupa solo di progettazione e consulenza per la realizzazione di parchi divertimento. Il progetto che abbiamo prodotto si andrà a radicare, fortemente, sul territorio civico di Casagiove. Ciò che andremo a realizzare è un piano non unicamente volto all'intrattenimento dei visitatori ma anche all'educazione; quindi non solo con finalità ludiche. Il Parco sarà suddiviso principalmente in tre aree: una tecnologica, una ecologica ed una denominata 'continente perduto', con due laghi principali. Un'altra area, esterna, in prossimità dell'ingresso, sarà costituita da ristoranti, negozi ed attività commerciali. Una delle principali peculiarità del parco è la previsione di una area, sotterranea, che sarà aperta anche nel periodo invernale. La presenza dell'acqua, nel progetto che andremo a realizzare, è fondamentale soprattutto per recuperare il microambiente di quest'area dei Tifatini".
CASAGIOVE. Nella città di Casagiove, è stato affisso un manifesto a firma del Primo Cittadino, Vincenzo Melone sul tema della scuola calcio. Il testo del manifesto è il seguente: "Al fine di evitare ogni tipo di disinformazione o strumentalizzazione, si comunica che l'Amministrazione comunale è stata ed è impegnata a restituire ai tanti giovani della nostra città, che frequentano la scuola calcio locale, un campo sportivo idoneo e dignitoso. A tal fine sono in corso i lavori di sistemazione esterna ed interna della struttura sportiva comunale di Piazza D'Armi. E' volontà dell'Amministrazione comunale far rispettare le norme e garantire una gestione che possa far continuare l'attività sportiva, della scuola calcio, con la partecipazione diretta dell'Ente municipale. In questo modo saranno evitate le spese che oggi gravano sulle famiglie dei giovani iscritti alla scuola calcio per le iscrizioni, le divise ed acquisti vari. Il campo sportivo comunale è dei giovani e dell'intera Città di Casagiove. Ogni interferenza politica ed ogni interesse economico devono essere eliminati in maniera tale che lo sport sia libero e trasparente. A Casagiove la scuola calcio continuerà ed esistere e sarà potenziata". (18 maggio 2006-20:28)


(18 maggio 2006-20:28)

 
· Inoltre Politica
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Politica:
CASERTA, IL VOTO ALLA PROVINCIA: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DEGLI SCRUTINI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it