nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE: ISTITUITO NUOVO SETTORE


l Consiglio provinciale, nella seduta di oggi, ha istituito il Coordinamento del Terzo settore e l'Ufficio di Piano provinciale sulla legge 328/2000. Il primo organismo, è spiegato in una nota, intende garantire alle numerose organizzazioni (enti di promozione, cooperative e consorzi, associazioni, onlus) che in Terra di Lavoro operano nel sociale la più ampia partecipazione ai processi di programmazione, allo scopo di realizzare un sistema pubblico di servizi locali efficace e sostenibile, nonché un sistema di verifica della qualità degli interventi. L'Ufficio di Piano, invece, nasce per realizzare le prerogative di programmazione e coordinamento che la legge 328/2000 attribuisce alla Provincia in relazione alla costruzione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali. I compiti dell'Ufficio di Piano vanno dalla raccolta di dati su esigenze e risorse veicolate dai Comuni all'analisi sulle prestazioni erogate sul territorio; dalla cura e promozione, d'intesa con i Comuni, delle iniziative tese alla formazione fino alla definizione e attuazione dei Piani di Zona, monitorando i risultati e gli standard di efficacia. "Le due iniziative che abbiamo voluto realizzare - ha sottolineato l'assessore Enza Diana - sono finalizzate a imprimere un deciso impulso ad ampie forme di collaborazione tra enti locali territoriali, operando per la promozione della sussidiarietà. Ricercare il pieno coinvolgimento di tutti i soggetti che operano nel sociale è un lavoro fondamentale per poter migliorare i servizi a favore dei cittadini".

Provincia e medici per l'ambiente

Un protocollo d'intesa è stato firmato questa mattina tra la Provincia di Caserta e l'Isde , Associazione medici per l'ambiente. L'accordo è stato sottoscritto nella sala Giunta dell'Ente dal presidente della sezione casertana dell'Isde, Gaetano Rivezzi, dal presidente della Provincia, Sandro De Franciscis e dagli assessori allo Sviluppo sostenibile, Maria Carmela Caiola, e alle Politiche sociali e sanità, Vincenza Diana. L'obiettivo e di promuovere il diritto dei bambini di vivere in un ambiente non inquinato e di avere scuole in una città sana; ridurre la mortalità evitabile e sostenere ricerche sul rapporto ambiente-salute al fine di privilegiare le politiche di prevenzione. "Abbiamo dato avvio a un percorso comune per rimarcare l'importanza di coniugare tutela dell'ambiente e tutela della salute dei cittadini", ha sottolineato De Franciscis. L'intesa poggia anche sulla necessità di un maggiore coinvolgimento dei medici del territorio intorno a tali problematiche, su una campagna di comunicazione del rischio e su una piena integrazione delle strategie di promozione della salute. L'Associazione Medici per l'ambiente opera in Italia dal 1989. A Caserta è attiva come Ente no profit dal 2004 e si è distinta per campagne di sensibilizzazione organizzate con il ministero della Salute, l'Istituto superiore di sanità e l'organizzazione mondiale della sanità. "La collaborazione con la Provincia - ha aggiunto il dottor Rivezzi - risulta decisiva vista l'esigenza di una strategia finalizzata all'integrazione dei soggetti in grado di agire a livello capillare e in un'ottica interistituzionale"

Provincia e Pari opportunità

Il nuovo regolamento della Commissione provinciale per la realizzazione delle Pari opportunità, definito su impulso del presidente della Provincia Sandro De Franciscis, è stato approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale nella seduta odierna. Nel sottolineare come il regolamento si sia uniformato, riguardo la composizione della Commissione, al modello di quella nazionale, De Franciscis ha espresso “gratitudine verso le donne dell’uscente organismo e verso le rappresentanti dei sindacati e dei partiti politici per averne stimolato l’adeguamento”. L’articolo 1 dei dieci del nuovo regolamento, nell’eleggere la Presidenza della Provincia quale sede della Commissione (che è organo consultivo di proposta e supporto degli organi dell’Ente quali Presidenza, Giunta e Consiglio) dice che “la Commissione esercita le sue funzioni in piena autonomia”. All’articolo 3 è precisato che la “Commissione è composta da un numero massimo di 45 componenti scelte tra le candidate che vengono designate dai rispettivi partiti, organizzazioni sociali, associazioni femminili di appartenenza” e viene indicato in che misura. La Commissione – è fissato all’articolo 4 – ha la stessa durata della consiliatura nel corso della quale è nominata e comunque non può superare i cinque anni. L’articolo 8 stabilisce, tra le altre cose, in numero di otto le sedute annue mentre quello successivo fissa la decisione di reperire nel Bilancio dell’Ente, annualmente, un capitolo di spesa per l’attività della Commissione. (15 maggio 2006-22:40)

 
· Inoltre Enti e Comuni
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Enti e Comuni:
CASERTA, INIZIATIVE: IL DIESSINO BASSOLINO PREMIA L'AZZURRO VENTRE

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it