nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, COMUNALI /2. MADDALONI (CDL): 'ALOIS E PETTERUTI UNA STRANA COPPIA'


“La Sinistra casertana continua a strabiliarmi e, così credo, strabilia l’intero corpo elettorale. Alois e Petteruti parlano di accordi spontanei al secondo turno. Ora, a prescindere che non ci sarà bisogno di ricorrere al ballottaggio in quanto la Casa delle Libertà già il 29 maggio supererà il tetto del 50%, ma ammesso e non concesso che ricorri questa eventualità vorrei capire quale sarà il programma unitario del centrosinistra: quello di Alois- Bassolino che hanno in mente una tipologia di Caserta, oppure quello dell’altra strana coppia Petteruti- De Franciciscis che ha una visione diametralmente opposto del futuro cittadino?”. Paolino Maddaloni, candidato sindaco della città di Caserta per il centrodestra, è arciconvinto che il fair play di questi giorni, tra i due suoi antagonisti dell’Unione, sia solo di facciata. E che le linee programmatiche di Alois e Petteruti sono distinte e distante tra di loro. “A volte ho le sensazione di vivere in una realtà parallela – aggiunge il neo prefetto – dove io solo sono memore dei cinque mesi di durissime contrapposizioni post Primarie tra l’ex assessore regionale e l’ex assessore dell’allora giunta Bulzoni. Scherzi a parte, sono sicuro che questi signori non potranno prendere in giro i casertani fingendo che tra di loro – e tra le rispettive cordate politiche li sostengono – sia scoppiata una pace improvvisa. In realtà, a livello nemmeno tanto sotterraneo continuano le polemiche incrociate tra i due schieramenti. Non voglio nemmeno immaginare, allora, cosa potrebbe accadere alla nostra città qualora alla guida dell’amministrazione comunale vi fosse uno dei due miei antagonisti. Molto probabilmente regnerebbe il caos a tutti i livelli e, di conseguenza, ci sarebbe la paralisi di ogni attività. D’altronde, seppure in condizioni diverse, è sotto gli occhi di tutti quello che il centrosinistra sta combinando a Corso Trieste dove, a poco più di un anno dalla vittoria di De Franciscis, la coalizione leader non sa che pesci pigliare”. Sempre a giudizio del candidato polista assai differente sarebbe il quadro generale qualora fosse il centrodestra a conquistare, per l’ennesima volta, Palazzo Castropignano. “Governeremo uniti e motivati sforzandoci, giorno dopo giorno, di rendere Caserta una città ancora più vivibile e più sicura. La nostra compattezza è reale e scaturisce dalla piena condivisione degli obiettivi programmatici”. (11 maggio 2006-12:20)

 
· Inoltre Politica
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Politica:
CASERTA, IL VOTO ALLA PROVINCIA: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DEGLI SCRUTINI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it