nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, VECCHIETTO UCCISO SUL MATESE: SCATTATI TRE ARRESTI


Sono gravemente indiziati di omicidio volontario e per questo nei confronti di tre giovani di Alife (Caserta) è stato emesso un decreto di fermo di polizia: i tre - Antonio Gaetani, di 23 anni, Antonio Greco (24) e Matteo Macchiarelli (23) - sono ritenuti responsabili della morte di Marcellino Masucci, di 82 anni, di Piedimonte Matese, il cui cadavere fu trovato da una nipote il 28 marzo scorso nel casolare in cui viveva. Nei confronti dei tre, a conclusione di indagini dei carabinieri di Piedimonte Matese, al comando del ten. Costantino Airoldi, il sostituto procuratore della Repubblica di S. Maria Capua Vetere, Patrizia Dongiacomo, ha emesso provvedimento restrittivo eseguito nelle prime ore di oggi. Nelle loro abitazioni sono stati arrestati Antonio Gaetani, e Antonio Greco, mentre a Matteo Macchiarelli, pregiudicato con precedenti anche per spaccio di droga e rapina nei confronti di un'anziana donna, la decisione del magistrato è stata notificata nel carcere di S. Maria Capua Vetere, nel quale è ristretto dallo scorso primo maggio. Secondo quanto è emerso dalle indagini, Marcellino Masucci, fu affrontato dai tre arrestati, nel sua casa colonica, in località "Ponticelli", una zona di campagna di Piedimonte Matese, dove viveva solo. I malviventi cercavano del denaro che non avevano trovato 15 giorni prima in un'altra incursione notturna nell'abitazione dell'anziano agricoltore, che viveva solo dopo l'uccisione della sua anziana sorella, avvenuta esattamente un anno prima - nel marzo del 2005 - nel corso di un'altra rapina. L'agricoltore, hanno spiegato gli investigatori, avrebbe cercato di difendersi ma sarebbe stato prima malmenato e poi scaraventato per le scale: Masucci è morto, secondo quanto accertato dall'autopsia eseguita nell'istituto di Medicina Legale dell'Ospedale di Caserta, per le gravi lesioni al capo. I carabinieri continuano le indagini per tentare di stabilire se i tre siano anche responsabili dell'omicidio della sorella di Masucci, che per una strana coincidenza fu uccisa lo stesso giorno dello scorso anno, dopo essere stata ripetutamente colpita al capo con un corpo contundente. (11 maggio 2006-10:30)

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it