nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CASERTA: BILANCIO, SPORT, SCUOLA


BilancioCaserta - Un vivo apprezzamento “per il lungo lavoro istruttorio di questi mesi nonostante le imposizioni e le ristrettezze dettate da una Finanziaria assai penalizzante” è stato rivolto agli autori del documento dal presidente della Provincia di Caserta, Sandro De Franciscis, durante il Consiglio provinciale di quest’oggi che ha portato all’approvazione del Bilancio 2006. A margine dei lavori De Franciscis ha poi voluto rivolgere parole di ringraziamento verso l’assessore alla Programmazione economica, il vice presidente Adolfo Villani, “per aver saputo tenere insieme pur fra tante difficoltà una così complessa materia, resa più complicata – ha detto De Franciscis – proprio in virtù di margini di manovra sempre più ristretti”. Il presidente della Provincia non ha fatto poi far mancare parole di riconoscenza nei confronti della maggioranza, “per aver saputo mostrare compattezza e grande senso di responsabilità”. Un apprezzamento è stato rivolto anche nei confronti dell’opposizione “per la correttezza – ha rilevato De Franciscis – ed il comportamento complessivo tenuto dai consiglieri di minoranza”. Il presidente, nel sottolineare infine come lo strumento approvato seppur politico serve in realtà al buon funzionamento dell’Ente, attraverso il direttore generale Anthony Acconcia ha fatto pervenire ai dirigenti e ai dipendenti della Provincia la sua riconoscenza per il lavoro e la preziosa collaborazione prestata.

Credito sportivo Comuni, società e associazioni sportive del Casertano potranno beneficiare di mutui a tasso agevolato per la costruzione e la ristrutturazione degli impianti sportivi sul territorio provinciale. E' quanto prevede l'accordo firmato stamattina da Provincia di Caserta, Coni e Istituto per il credito sportivo. Il credito sportivo concederà all'ente di corso Trieste un plafond di 50 milioni di euro da utilizzare entro tre anni per finanziare mutui a tassi agevolati. L'intesa è stata siglata nella sala Giunta della Provincia dal direttore generale dell'Istituto per il credito sportivo, Francesco Savini Nicci, dal presidente del Coni di Caserta, Michele De Simone, dal presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, e dall'assessore provinciale allo Sport, Michele Farina. "Gli enti locali e i privati - ha detto De Franciscis - hanno ora a disposizione uno strumento in più per riqualificare l'impiantistica sportiva con il pieno sostegno della Provincia, chiamata a indirizzare la politica di pianificazione sul territorio. Così intendiamo rilanciare l'impegno verso il miglioramento della diffusa rete di strutture esistenti, a partire dal nostro patrimonio". "Dopo il fitto del Palamaggiò infatti - ha continuato - a breve sarà rimesso a nuovo il palazzetto di via Medaglie d'oro e notevoli risorse sono già state destinate al recupero dello Stadio del tennis di Santa Maria Capua Vetere". Per Savini Nicci, "questo protocollo restituisce alla Provincia il ruolo di coordinamento che le spetta, in una fase di difficoltà nel reperire risorse per la finanza locale". Dal prossimo mese di giugno sarà attivo uno sportello informativo (presso il palazzo della Provincia e la sede del Coni) per Comuni e società che intendono avvalersi dei finanziamenti. "Se oltre agli Enti locali - ha aggiunto il presidente del Coni - anche la società civile saprà cogliere l'opportunità offerta, il risultato sicuro sarà l'ammodernamento e l'ampliamento delle strutture sportive casertane".

Scuola Edilizia scolastica e rischio sismico: 60 milioni di euro messi a disposizione dall'assessorato regionale all'istruzione per le province e i comuni della Campania. L'assessorato regionale all'Istruzione ha stanziato 60 milioni e 904 mila euro, ripartiti sulla base degli indici proposti dalla metodologia Save per le province, per gli interventi di messa in sicurezza di edifici scolastici che insistono su territori a rischio sismico. Questi i rispettivi riparti provinciali che verranno distribuiti ai singoli edifici scolastici, sulla base del II° programma stralcio elaborato dall'assessorato all'Istruzione, formazione e lavoro, con l'obbiettivo di proporre una valutazione semplificata di rischio sismico dell'edilizia scolastica in base all'art.80 della legge 289/2002. · 9.670.000 euro a Salerno, · 20.394.000 a Napoli, · 11.380.000 a Caserta, · 9.890.000 ad Avellino, · 9.570.000 a Benevento. Il programma è stato messo a punto utilizzando dati in possesso della Regione elaborati alla luce della più avanzata metodologia di assegnazione di vulnerabilità. "Grazie all'intervento della Protezione Civile e all'Ufficio scolastico regionale - ha osservato l'assessore all'Istruzione Corrado Gabriele - il piano di intervento ha ricevuto maggiore impulso nella programmazione e nell'erogazione della spesa da destinare ai singoli comuni e ha potuto, con tale strumento, attribuire alla singole Province le risorse adeguate per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici ubicati in zone in cui insiste un maggiore rischio sismico". I tecnici della Protezione civile, sulla base della metodologia Save, hanno definito i parametri per l'inventario delle tipologie edilizie distribuite nelle classi di vulnerabilità (Ems) a scala comunale. In questo modo i dati Istat risalenti al 1991 sono stati aggiornati con nuovi dati raccolti sul campo, per ottimizzarne la significatività nella procedura di assegnazione della vulnerabilità delle caratteristiche tipologico-costruttive. "Spetta ora solo al Cipe - ha concluso Gabriele - l'approvazione finale cui è stata sottoposta la proposta regionale, per garantire ai comuni e alle province le risorse per rendere più sicuri gli edifici e per una efficace e sicura offerta formativa su tutto il territorio regionale". (8 maggio 2006-21:20)

 
· Inoltre Enti e Comuni
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Enti e Comuni:
CASERTA, INIZIATIVE: IL DIESSINO BASSOLINO PREMIA L'AZZURRO VENTRE

Punteggio medio: 4
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it