nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
ELEZIONI & VOCI: CASELLA, TARTAGLIONE, AMMIRATI, MONTANO E SANTORO


Marcianise, Cdl. Il candidato avvocato Tartaglione dichiara:

“Questa città ha bisogno di un vero cambiamento, di una vera e propria inversione di rotta per mettere fine al vero e proprio scempio creato in ogni settore”. Sono state queste la parole dell’avvocato Giacomo Tartaglione, candidato sindaco della Casa delle Libertà che si è intrattenuto a lungo con un folto gruppo di giovani. “Le politiche giovanili sono rimaste al palo per tutta questa consiliatura, nulla si è fatto per dare maggiori certezze ai ragazzi che sono stati infarciti di inutili promesse dal centrosinistra – ha ribadito il leader del centrodestra - Il futuro dei giovani è sicuramente una cosa con cui nessuno deve avere l’ardire di scherzare o di alimentare inutili illusioni”. Il candidato sindaco della Casa delle Libertà si riferisce senza mezzi termini alle tante promesse fatte dall’amministrazione di centrosinistra che non hanno trovato alcuna rispondenza nella realtà. “Per quanto riguarda la politica del lavoro e quella produttiva devo dire con sommo rammarico che Marcianise si è fermata per ben cinque anni – ha aggiunto il candidato sindaco – E’ vero che si sono fatte delle mirabili opere destinate al commercio e alla grande distribuzione, ma, come è facile intuire queste operazioni non portano benefici sensibili né agli imprenditori locali, né ai lavoratori. Infatti, i grandi magazzini altro non hanno fatto altro che affossare il commercio in città e non hanno creato un solo posto di lavoro vero. Questo centrosinistra non ha assolutamente considerato le reali potenzialità di lavoro per i nostri giovani, ha cercato soltanto di distribuire una serie di “contentini”. Con questa politica è chiaro che non si va da nessuna parte. Noi, non abbiamo intenzione di continuare su questa strada. Non siamo avvezzi al ricatto e siamo convinti che il lavoro vero è possibile crearlo in una città laboriosa come la nostra, ma attraverso degli interventi veri in campo produttivo ed occupazionale, chiudendo per sempre questi capitoli di false aspettative di lavoro che si esauriscono in poche settimane di servizio senza che si possa neppure fare una effettiva esperienza nel mondo del lavoro”. Le parole dell’avvocato Giacomo Tartaglione sono state apprese con particolare attenzione da parte dei giovani che sono rimasti particolarmente entusiasti delle scelte effettuate dal centrodestra e soprattutto del programma messo a punto per i giovani dal candidato sindaco. “Voglio fare un’esortazione a tutti i genitori affinché siano vigili alle scelte dei loro figli ed impediscano a chiunque di fare false promesse ai propri figli – ha concluso Giacomo tartaglione – Bisogna educare i figli alla legalità e alla trasparenza e soltanto così si può giungere ad un vero e proprio confronto con chi aspetta dalla politica delle risposte che devono essere reali e senza ammiccamenti ingannevoli”.

Casagiove, Unione: Gerry Casella afferma:

“A Gerry Casella rivolgo il mio pieno sostegno quale candidato a sindaco dell’Unione a Casagiove”. Lo ha detto il Presidente della Provincia, Sandro De Franciscis incontrando, questa mattina nella sede dell’Ente di Corso Trieste a Caserta, il candidato a sindaco della coalizione di centrosinistra al Comune di Casagiove. E’ stata questa l’occasione per De Franciscis per ribadire il suo impegno e il suo appoggio incondizionato a Gerry Casella. Per quest’ultimo, poi, non è stato difficile strappare al Presidente la promessa di un incontro pubblico, per l’inizio della prossima settimana a Casagiove, con tutti i candidati nella lista dell’Unione che lo sostiene. “L’appoggio di De Franciscis rappresenta – sottolinea Gerry Casella - un valore aggiunto importante alla mia candidatura a sindaco di Casagiove, che è la mia città d’origine, la città in cui vivo e ad essa mi sento profondamente legato. La mia famiglia a cominciare dal mio bisnonno e poi mio nonno materno, imprenditore della calce e per ben due volte consigliere comunale, hanno avuto ed hanno in questi territori radici profonde che non possono essere negate e che io stesso rivendico fortemente”. Casella è nato a Casagiove nel 1967 e qui è cresciuto fino a quando le esigenze di lavoro del padre, ufficiale di artiglieria, portarono l’intera famiglia a spostarsi altrove mantenendo, comunque, un legale sempre forte con la città. E a Casagiove è, infatti , tornato a vivere ormai da anni. Qui ha voluto, d’accordo con la moglie Clementina Carluccio, che crescessero i suoi tre figli, Francesco, Giuseppe e Michele. Non da meno l’impegno nella vita amministrativa della città. Eletto consigliere comunale nel 2001 nel gruppo misto “Casagiove Democratica per l’Ulivo” ha ufficializzato la sua adesione ai Democratici di Sinistra nel luglio scorso.

Ammirati, consulente aziendale: Insieme Per Casagiove

In merito alla sua candidatura Salvatore Ammirati, ventottenne di Casagiove, Consulente Aziendale, ha dichiarato: «Per motivare la mia decisione di propormi a rappresentare le esigenze e le aspettative dei miei concittadini non posso che partire dalle mie esperienze personali. Dopo aver conseguito la Laurea in Economia aziendale e aver lavorato per un breve periodo a Napoli nel settore del credito al consumo sono stato trasferito a Bologna dove ho vissuto per un anno. Attualmente collaboro alla gestione dell'azienda familiare e, data la mia sensibilità per le problematiche ambientali, svolgo attività di consulenza in questo settore, in particolar modo in quello dell'energia rinnovabile. Il sentimento di appartenenza alla mia terra, l'apprezzamento dell'"organizzazione" della città che mi ho ospitato per un anno e la consapevolezza delle potenzialità del nostro Comune mi hanno spinto a tornare a Casagiove ed attivarmi per contribuire al suo sviluppo. Ho deciso di candidarmi per la lista civica "Insieme per Casagiove" innanzitutto per la sua attenzione verso il mondo giovanile; attenzione che si manifesta già nella sua composizione: una lista composta da tanti giovani entusiasti, portatori di nuove idee e con un ottimo senso del giudizio e poco del "pregiudizio". Poi per la sua natura: in quanto lista civica raccoglie in sé tutte le componenti sociali e culturali rendendole partecipi di un comune obiettivo al di là di ogni appartenenza. E non meno importante, per l'ottimo lavoro svolto dal Sindaco Vincenzo Melone e dalla sua amministrazione nel corso degli ultimi cinque anni. E' da queste premesse che nasce un programma chiaro e condiviso da tutti. Un programma che perfeziona quanto già realizzato e che si propone di rilanciare ulteriormente la vita sociale, culturale e produttiva del territorio casagiovese. Tale rilancio si concretizza principalmente attraverso il definitivo recupero storico e architettonico del Quartiere Militare Borbonico, il completamento del Palazzetto dello Sport Area 167, la creazione di un polo scolastico denominato "Cittadella dello studente", la realizzazione di un centro sanitario e parco urbano presso il complesso Abetaia e la valorizzazione dell'area tifatina attraverso la realizzazione di un parco a tema. Questi e molti altri interventi avranno una notevole ricaduta occupazionale e sarà impegno prioritario far si che ciò avvenga».
Presentazione lista Insieme per Casagiove
Venerdì 5 maggio 2006 alle ore 18.30, presso il Cineclub Vittoria di viale Trieste in Casagiove si terrà la presentazione della Lista Civica "Insieme per Casagiove". Tutti i Casagiovesi sono invitati a partecipare all'incontro. Sull'argomento il Sindaco Vincenzo Melone ha dichiarato: "Domani, presso il cineclub Vittoria si svolgerà la presentazione dei componenti della lista civica Insieme per Casagiove. La lista civica Insieme per Casagiove è una realtà che ha aggregato molti cittadini di buona volontà, con l'unico scopo di ricercare ed attuare il bene comune della nostra città. Non è nata 'per vincere e conquistare il potere' ma per continuare a servire la comunità con impegno e concordia. E' certamente la forma più democratica che si possa avere nella partecipazione alla vita amministrativa del Comune.

Caserta, Antonio Montano (Fi) su importanza dei giovani

“I giovani non possono essere visti solo come destinatari d’interventi decisi ed imposti dall’alto, quasi fossero semplici contenitori”. Così ha risposto Antonio Montano, funzionario alla Prefettura di Caserta e schierato nella lista di Forza Italia a sostegno della candidatura a sindaco di Caserta di Paolino Maddaloni, a quanti in questi giorni lo hanno incontrato chiedendo progetti e iniziative concrete a favore dei giovani. “Occorre rilanciare il dialogo, e riaffermare una linea di partecipazione e coinvolgimento giovanile nella politica cittadina”. Replicando a chi sostiene che i ragazzi guardano alla politica con distacco e indifferenza, Montano ha aggiunto: “Non è vero che i giovani sono lontani dall’impegno civico; molto spesso è la politica che non tiene in debito conto le istanze dei ragazzi. Queste richieste devono essere adeguatamente valorizzate e, per questo occorre maggior impegno per il rilancio e la crescita della nostra città. Ed è solo ascoltando i suggerimenti dei nostri figli che riusciremo a rendere Caserta vivibile per tutti, moderna e adeguata agli standard nazionali ed internazionali di “Città Civile”.

Casagiove, Unione - Santoro: Creare partecipazione

Le scelte dell’amministrazione comunale, per essere efficaci e aderenti alle esigenze di sviluppo della città necessitano di un confronto costante con le diverse componenti della collettività, realizzabile attraverso forme di partecipazione realmente incidenti sul processo decisionale e tali da evidenziare l'interesse generale. Mi impegnerò perciò per: aumentare il più possibile l’accesso agli atti amministrativi e la trasparenza delle procedure; rendere effettivi gli organi di consultazione dei cittadini previsti dalle leggi, dallo Statuto e dai Regolamenti comunali; aprire nuovi ‘spazi di comunicazione’ tra cittadini e amministrazione, sul modello della progettazione partecipata. Questo processo deve anzitutto basarsi su una costante e puntuale informazione in ordine ai problemi ed alle risposte che l’amministrazione comunale elabora. Particolare impegno sarà quindi riservato alla "comunicazione" finalizzata a rendere più consapevoli i cittadini dei loro diritti/doveri, dei servizi disponibili, dei problemi da affrontare, delle decisioni da prendere, dei regolamenti (convocazione periodica di Assemblee pubbliche sui principali temi dell'attività amministrativa – bilancio partecipato; carta dei servizi comunale; aggiornamento costante sullo stato di attuazione dei progetti principali; pubblicazione integrale su sito internet di deliberazioni di giunta, di consiglio comunale, verbali di commissione, determine dei dirigenti). Altro strumento proposto è l’istituzione della deliberazione comunale di iniziativa popolare con cui i cittadini potranno intervenire nella formazione dell’agenda amministrativa del consiglio comunale e della giunta. Intendo avanzare poi proposte forti per garantire i cittadini contro lo strapotere e l’arroganza della macchina comunale tramite, ad esempio, il miglioramento del funzionamento della figura del difensore civico. L’idea di fondo è quella di elevare i requisiti professionali e le competenze tecnico-giuridiche richieste, arricchire le risorse messe a sua disposizione, conferirgli la capacità di avvalersi di consulenti esterni tecnici in modo da farne una forma di vero e proprio giudice a tutela del cittadino e ridurre il contenzioso amministrativo i cui costi sono tali da rendere, in genere, asimmetrico e svantaggiato il rapporto fra cittadino ed amministrazione.(4 maggio 2006-22:20)

 
· Inoltre Politica
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Politica:
CASERTA, IL VOTO ALLA PROVINCIA: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DEGLI SCRUTINI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it